Come è morto Ahmed Refaat? Il giocatore della prima divisione egiziana

Ahmed Refaat, il calciatore egiziano della prima divisione, Modern Future FC, è morto poche ore fa a soli 31 anni.

Sebbene non siano state ancora specificate le cause esatte della morte, tutto fa pensare ad un problema cardiaco. A marzo, il giocatore aveva subito un arresto cardiaco durato circa un minuto nel bel mezzo di una partita contro l’Al Ittihad dell’Alessandria.

Dichiarazione ufficiale del futuro FC

“O voi che siete fiduciosi, ritornate al vostro Signore sazi e malati, ed entrate nei Miei servitori e nel Mio Paradiso. Con grande pazienza, tristezza e maggiore fede nella volontà e nel destino di Allah, il Modern Sport Club annuncia la morte di Ahmed Refaat. giocatore della prima squadra e della nazionale egiziana, dopo un grave peggioramento delle sue condizioni di salute.

È stato portato in ospedale, ad Allah, dopo un difficile viaggio di lotta in seguito alla crisi sanitaria che gli è capitata l’11 marzo 2024. Con il cuore avvolto dalla tristezza, abbiamo solo soddisfazione nel destino di Dio.

Il club porge le sue più sincere condoglianze alla famiglia del giocatore e ai tifosi egiziani. Preghiamo affinché Dio Onnipotente lo avvolga con la sua misericordia e lo abiti nei suoi vasti giardini. E ispiraci tutti ad essere pazienti e calmi”, si legge nel comunicato del club.

Un calciatore con barba e capelli corti, indossa una maglia con il numero 7 e il logo Puma, in bianco e nero.

L’infarto che ha cambiato tutto

Il calciatore è stato rianimato per almeno un minuto sull’erba. È stato subito portato d’urgenza al centro medico di Zamzam, molto vicino allo stadio, dove è stato finalmente stabilizzato dallo staff medico.

Nelle settimane successive venne ricoverato in un reparto di terapia intensiva ed esattamente un mese dopo, l’11 aprile, venne dimesso.

Sette presenze con l’Egitto

Da allora non ha più fatto parte della rosa della squadra egiziana. Ha iniziato a ricevere cure specifiche, oltre a un pacemaker. L’11 marzo 2024, il giorno in cui crolla all’88esimo minuto, è stata la sua ultima apparizione su un campo di calcio.

Il giocatore è attivo nelle file del Modern Future FC dall’ottobre 2021. È stato anche nazionale fino a sette volte con la squadra senior in cui ha segnato due gol.

Ahmed Refaat era un calciatore molto noto nel suo paese e aveva più di 300.000 follower sui suoi social network. Nell’ultima pubblicazione del giocatore, nel febbraio di quest’anno, migliaia di follower si sono recati per salutarlo.

Un addio doloroso

Il calcio egiziano è in lutto per la morte di Ahmed Refaat, calciatore della squadra Future. Quattro mesi fa, durante la partita di Prima Divisione tra la sua squadra e l’Al Ittihad, è svenuto a causa di un infarto. Ciò gli ha fatto perdere conoscenza al centro del campo.

Dopo quattro mesi di lotta per la vita in ospedale, non è riuscito a riprendersi e i disturbi cardiaci si sono rivelati fatali. La notizia è stata annunciata in mezzo a grande confusione in Egitto.

Le immagini del momento in cui Refaat si è accasciato in campo al momento dell’infarto hanno fatto il giro del mondo.

Visti i gesti e i segnali d’allarme di tutti i giocatori in campo, le autorità mediche lo hanno curato rapidamente. È stato necessario trasportarlo in barella e trasportarlo in ospedale. I segnali di panico erano costanti.

Quando, diversi mesi dopo, sembrava che la situazione potesse essere sotto controllo, è arrivata la notizia peggiore. Refaat, 31 anni, ha giocato nove volte con la nazionale egiziana.

Ha iniziato la sua carriera presso ENPPI. Anche se è entrato nelle fila di uno dei club più grandi del paese, lo Zamalek, per quattro stagioni, dal 2016 al 2020.

È stato nazionale Under 20 dei Faraoni, con i quali ha vinto la Coppa d’Africa di categoria nel 2013. La sua ultima partita con la nazionale maggiore egiziana risale al 2021. Nelle nove partite internazionali giocate ha segnato anche due gol.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un ramo di un albero cade sui motociclisti a Ruiz Cortines e paralizza il traffico
NEXT Elezioni in Venezuela: solo il patto salverà il Venezuela