Girmay firma la doppietta a Colombey

TDopo le emozioni della prima cronometro, la giornata prometteva battaglia. Pianta ondulata con cinque elevazioni, di cui una terza, e un’atmosfera classica che avrebbe dovuto sfociare in una battaglia a tutto campo sotto la pioggia che ad intermittenza bagnava la via. Non è stato così.

Sembrano 32 chilometri di sterrato e dopo otto giorni di Tour, Lo staff ha deciso di alzare il piede e promuovere una volata in cui ancora una volta hanno vinto brillantemente Biniam Girmay.

Lui primo a bissare la vittoria in questo Tour e con tutta giustizia per essere il più forte Il velocista eritreo ha imposto la sua massima velocità e intelligenza per superare con solvibilità un finale in salita. La Philips Ha avanzato vicino alla recinzione, molto chiuso, è riuscito a superarla Girarema quello di Intermarché Ha vinto con la forza dopo che tre compagni gli hanno aperto la porta. L’ascesa è stata una palla per il belga. Non così per a De Lie è venuto per vincere, ma voleva passare dove non c’era spazio. Trionfo strepitoso per l’africano che è già una delle stelle di questo Tour.

Solo tensione

Fino al chilometro 28 c’era molta tensione. Visma ed EF iniziano a spingere e dividere il gruppo nel quale restano dietro diversi soci e qualche velocista come Bauhaus. Anche Pogacar è rimasto di nuovo solo per pochi secondi, ma Juan Ayuso e Sivakov sono presto apparsi per scortare nuovamente il loro leader. Van Aert, con le gambe indolenzite dopo la cronometro di ieri, ha iniziato a spingere, ma tutto si è ristabilito fino alla volata finale che ha coronato per la seconda volta. Andiamo.

Considerando Abrahamsen

Più di 150 chilometri solo sopra il L’Uno. Saltò dopo una prima colluttazione, nella discesa della Cote de Villy ad Auxois, seconda della giornata, e non ha smesso di spingere per andarsene da solo.

Era a 10 dal traguardo in un episodio che lo riscatta dall’immagine disastrosa che ha lasciato al compagno di squadra Johannes Kulset quando sono scesi dalla moto per aspettare il gruppo sulla strada per Torino.

Ecco come è andata a finire l’ottava tappa del Tour de France

1. Biniam Girmay (Intermarché-Wanty)

2. Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck)

3. Arnaud de Lie (Lotto-dipartimento)

4. Pascal Ackermann (Israele-Premier Tech)

5. Marijn Van den Berg (EF Education-EasyPost)

Questa è la classifica generale del Tour de France dopo la tappa 8

1. Tadej Pogacar (Emirati Arabi Uniti) – 27h 16:23

2. Remco Evenepoel (Soudal) +33”

3. Jonas Vingegaard (Visma) +1.15

4. Primoz Roglic (Bora) +1.36

5. Juan Ayuso (Emirati Arabi Uniti) +2.16

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV L’avvertimento della nutrizionista Boticaria García sul cioccolato al 90%: “Pochi lo sanno”
NEXT le foto della reunion di Victoria Ruffo ed Eugenio Derbez – Publimetro México