Recuperate antichità del valore di oltre 17.000 euro rubate al Patrimonio Storico delle Canarie

Recuperate antichità del valore di oltre 17.000 euro rubate al Patrimonio Storico delle Canarie
Recuperate antichità del valore di oltre 17.000 euro rubate al Patrimonio Storico delle Canarie

La Guardia Civil ne ha recuperati diversi oggetti d’antiquariato appartenenti al Patrimonio Storico e Culturale delle Isole Canarie, durante l’intervento erano stati rubati oggetti dalla casa natale di Cayetano Gómez Felipe, del valore di 17.250 euro.

I fatti criminosi erano in corso dall’inizio di marzo, quando sarebbero stati denunciati i sei imputati accedendo regolarmente all’interno della casa natale di Cayetano Gómez Felipe, uno dei più grandi collezionisti del XX secolo delle Isole Canarie.

Le antichità erano conservate in varie collezioni appartenenti al Museo Cayetano Gómez Felipe di San Cristóbal de la Laguna, in totale più di 25 collezioni esistenti nella proprietà, per poi venderli nei negozi di seconda mano, così come tra i privati.

L’indagine, condotta dagli agenti della Guardia Civil, è riuscita a raccogliere prove sufficienti che lo hanno consentito identificare, localizzare e indagare all’imputato, nonché recuperare gli oggetti rubati e restituirli al luogo di provenienza.

Interno della Casa Museo Cayetano Gómez Felipe

TURISMO DELLE ISOLE CANARIE

Gli oggetti rubati erano costituiti da diversi oggetti da collezione mestieri, armi e vita quotidiana delle Isole Canarie dei secoli XIX e XX che sono stati inseriti nel Piano di Recupero previsto per l’isola di La Palma, incentrato sulla Cultura e il Patrimonio, e integrati nel progetto di catalogazione LAVA (Sistema Informativo del Patrimonio Culturale delle Isole) e nella creazione del futuro “Museo Etnografico e Storico Cayetano Gómez Felipe” a Los Llanos de Aridane.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Anche se non sconteranno mai la pena, non potranno sfuggire alla condanna eterna”: Milei nel 30° anniversario dell’attentato all’AMIA
NEXT Papa Francesco ha inviato un messaggio per il 30° anniversario dell’attentato all’AMIA: “Non abbassiamo le armi nella ricerca della giustizia”