Puebla, quarto stato con il maggior numero di attacchi alle giornaliste

Dal 1 marzo al 31 maggio 2024 sono stati registrati cinque attacchi contro giornaliste a Puebla. Lo documenta l’Organizzazione Comunicazione e Informazione Donne (Cimac).

Secondo lo studio, pubblicato un mese prima del giorno delle elezioni, l’entità di Puebla è al quarto posto a livello nazionale per il maggior numero di incidenti contro le donne durante l’esercizio del loro lavoro giornalistico.

A livello nazionale, in questo periodo, sono stati registrati 59 attacchi contro giornaliste, tra cui Puebla.

RIMANI AGGIORNATO CON TUTTE LE ULTIME SUL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Al primo posto si è classificata Città del Messico con 14 casi e al secondo posto San Luis Potosí con 7 incidenti. Nel frattempo, il terzo posto è condiviso da Veracruz e Michoacán con sei incidenti.

Puebla è al quarto posto con cinque casi di attacchi contro giornaliste. Il quinto posto è condiviso da Aguascalientes, Stato del Messico e Zacatecas con tre incidenti.

Il sesto posto è occupato da Coahuila, Guanajuato, Tlaxcala e Quintana Roo con due casi. Nel frattempo, il settimo posto è condiviso da Baja California Sur, Jalisco, Morelos e Oaxaca con un incidente.

Mappa degli attacchi contro le giornaliste per stato, da marzo a maggio 2024, in Messico. Crediti: Cimac

Attacchi contro le donne durante l’esercizio della loro attività giornalistica

Per quanto riguarda il tipo di fonti coperte dalle giornaliste aggredite, si è riscontrato che la maggior parte lavorava per media digitali e copriva fonti politiche.

Metà:

  • 53 giornaliste aggredite lavoravano per un media digitale
  • 3 per la radio
  • 2 per la televisione
  • 1 non si conosce l’ambiente o il settore in cui ha lavorato

Fonte:

  • 29 riguardava la fonte politica
  • 23 diritti umani
  • 4 generale
  • 1 Nota rossa, spettacolo e società

Nel profilo degli aggressori ha sottolineato che tra gli altri figurano funzionari federali e statali, uomini d’affari, gruppi di partiti politici e utenti dei social media.

Le giornaliste a Puebla e in altri stati hanno visto i loro diritti umani alla libertà di espressione violati con i seguenti crimini:

  • Blocco delle informazioni
  • molestie giudiziarie
  • Molestie
  • Discredito dell’opera
  • Censura
  • Aggressione fisica
  • Detenzione arbitraria
  • Licenziamento ingiustificato
  • Intimidazione
  • Minaccia
  • Uso sproporzionato della forza pubblica
  • Campagna diffamatoria

Questi attacchi hanno un impatto sulla vita delle giornaliste a livello psicologico, fisico, patrimoniale ed economico.

Potrebbe interessarti:

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I satelliti potrebbero essere utilizzati per tracciare i rifiuti oceanici – eju.tv
NEXT Oggi l’udienza pubblica per il progetto di riforma del Codice Penale