Sono almeno 16 le vittime dell’attacco israeliano contro una scuola dell’Unrwa a Nuseirat, nel centro di Gaza

Sono almeno 16 le vittime dell’attacco israeliano contro una scuola dell’Unrwa a Nuseirat, nel centro di Gaza
Sono almeno 16 le vittime dell’attacco israeliano contro una scuola dell’Unrwa a Nuseirat, nel centro di Gaza

Almeno 16 persone sono state uccise in un attacco israeliano e 75 sono rimaste ferite in un attacco israeliano contro una scuola dell’UNRWA nel campo profughi di Nuseirat, nel centro della Striscia di Gaza, ha confermato il Ministero della Sanità di Gaza.

La scuola attaccata, Al Jaouni, ospitava circa 2.000 sfollati. secondo l’UNRWA, anche se il governo di Gaza, controllato dal gruppo islamico palestinese Hamas, fa salire il numero a 7.000 sfollati.

“L’esercito di occupazione ‘israeliano’ ha commesso un nuovo massacro nel campo di Nuseirat nel pomeriggio di questo sabato, bombardando con aerei da combattimento la scuola di Al Jaouni, dove si trovano circa 7.000 sfollati”, ha indicato il governo di Gaza.

L’esercito israeliano ha confermato che la sua aeronautica militare ha attaccato “diversi terroristi che operavano in strutture situate nell’area scolastica dell’UNRWA Al Jaouni, nel centro della Striscia di Gaza”. “Questo luogo fungeva da nascondiglio e da infrastruttura operativa da dove prendevano di mira ed effettuavano attacchi contro le truppe”, ha aggiunto.

L’esercito ha affermato di aver adottato “numerose misure per mitigare il rischio di danneggiare i civili” e ha accusato Hamas di violare sistematicamente il diritto internazionale e di utilizzare i civili come scudi umani.

“L’aeronautica militare ha condotto un attacco preciso contro il lanciatore e prima dell’attacco sono state adottate misure per mitigare il rischio di danni ai civili, compresi avvertimenti alla popolazione nell’area, nonché valutazioni di intelligence in tempo reale

La Difesa Civile di Gaza ha riferito che tra 800.000 e 1 milione di civili sono intrappolati nel centro della Striscia di Gaza, bersaglio degli attacchi israeliani nelle ultime ore.

“Forniamo due volte al giorno all’esercito israeliano le coordinate delle scuole che ospitano gli sfollati”, ha detto un portavoce dell’UNRWA a Gaza, spiegando che la scuola attaccata oggi è una delle più sovraffollate della zona.

Secondo il governo di Gaza si tratta del “43esimo massacro commesso dall’occupazione durante la guerra genocida nel campo di Nuseirat”, dove attualmente vivono 250mila persone, tra residenti e sfollati.

“Dall’inizio della guerra genocida, l’occupazione ha bombardato più di 17 scuole e centri di sfollamento e di accoglienza nel campo profughi di Nuseirat”; Ha aggiunto.

Questa mattina Israele ha effettuato una serie di attacchi nella zona centrale della Striscia, soprattutto a Nuseirat, in cui sono state uccise almeno 25 persone, tra cui 5 giornalisti.

Gli attacchi di questa mattina hanno preso di mira il campo di Nuseirat, comprese le scuole dell’UNRWA; Deir al Balah; ma anche nei campi di Bureij e Maghazi, tutti nella zona centrale della Striscia.

Per quanto riguarda gli attacchi al centro, l’Esercito ha riferito solo di un attacco contro un lanciarazzi situato “vicino a rifugi civili” nella zona di Deir al Balah.

“L’aeronautica militare ha effettuato un attacco mirato contro il lanciatore e prima dell’attacco sono state adottate misure per mitigare il rischio di danni ai civili, compresi avvertimenti alla popolazione della zona e valutazioni di intelligence in tempo reale”, ha indicato questa mattina.

Dall’inizio della guerra a Gaza, in quasi nove mesi sono morti circa 38.100 palestinesi, più del 70% donne e bambini; e più di 87.700 sono rimasti feriti, secondo il Ministero della Salute controllato da Hamas.

Israele conferma il ritiro di Hezbollah

L’esercito israeliano ha confermato questo sabato di aver ucciso un comandante della difesa aerea della milizia sciita Hezbollah, Maitham Mustafa Al Ataar, a Baalbek, nel nord-est del Libano, a circa 80 chilometri dal confine con Israele.

“Recentemente, l’aeronautica militare ha operato nella zona di Baalbek per attaccare ed eliminare il terrorista Meitham Mustafa Altaar, un agente chiave dell’Unità di difesa aerea di Hezbollah”, riporta un comunicato militare.

Al Ataar, la cui morte è stata confermata anche da Hezbollah, ha diretto molte delle attività dell’unità e ha partecipato alla pianificazione e all’esecuzione di numerosi attacchi contro lo Stato di Israele, ha affermato l’esercito.

“È anche volato più volte in Iran, dove ha acquisito conoscenze e ha contribuito a rafforzare la forza iraniana e l’arsenale di armi dell’organizzazione terroristica Hezbollah”, ha aggiunto.

Israele ha osservato che l’eliminazione di Al Ataar “compromette in modo significativo le capacità dell’Unità di difesa aerea di Hezbollah”.

Giovedì Hezbollah ha lanciato il più grande attacco contro Israele da ottobre, con più di 200 razzi e 20 droni esplosivi lungo tutto il confine, come rappresaglia per la morte di un alto comandante del gruppo, Mohamad Nasser, il giorno prima in un attacco israeliano nel Area di Tiro, Libano meridionale.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Annunciano una missione per monitorare l’asteroide Apophis, che toccherà la Terra
NEXT «Il virus del Nilo non colpisce solo gli anziani o i malati cronici, ci arrivano pazienti giovani senza patologie pregresse»