Enrique Alfaro chiede il congedo da governatore di Jalisco e ribadisce il ritiro dalla politica

Enrique Alfaro chiede il congedo da governatore di Jalisco e ribadisce il ritiro dalla politica
Enrique Alfaro chiede il congedo da governatore di Jalisco e ribadisce il ritiro dalla politica

Fotografia d’archivio del governatore di Jalisco Enrique Alfaro, durante una conferenza stampa nella città di Guadalajara, stato di Jalisco (Messico). EFE/Francisco Guasco

Enrique Alfaro, governatore di Jalisco, ha annunciato di aver chiesto un congedo dal suo incarico. Ha inoltre ribadito che una volta terminato il suo governo si ritirerà dalla politica.

Attraverso un video sul suo account X, ha spiegato che è proprio a causa del suo progetto di lasciare la politica che ha bisogno di lasciare l’incarico per un periodo.

“Senza dubbio è stata una decisione difficile ma ha dei risvolti anche a livello personale, perché dicono che sia facile ma sono stati 25 anni ininterrotti in questa attività e ovviamente poter ripensare il proprio progetto di vita, il proprio progetto professionale, il tuo progetto personale, non è una questione di poco conto”, ha spiegato.

“Ho bisogno di qualche giorno per organizzare tante cose in vista della fine del governo, devo riorganizzare i temi per le attività che andrò a svolgere a livello professionale, accademico e ovviamente riorganizzare la mia vita personale”.

Per svolgere le attività di cui sopra, ha richiesto quindici giorni di ferie attraverso una lettera inviata al Congresso di Jalisco.

Ha ricordato che, trattandosi di un periodo breve, non ha bisogno dell’approvazione dei legislatori, ma è necessario che dichiari la sua assenza.

Durante la sua assenza, sarà Enrique Ibarra Pedroza, segretario del governo di Jalisco, a sostituirlo.

“Ci vedremo tra due settimane per chiudere a pieno ritmo, per concludere i grandi progetti che si stanno realizzando a Jalisco e per adempiere fino in fondo alla nostra responsabilità di capo del governo del nostro Stato”, ha concluso.

Il piano di Alfaro di lasciare la politica al termine del suo mandato di sei anni come governatore non è nuovo. Recentemente, infatti, ha rivelato che una delle sue opzioni è quella di dedicarsi al calcio.

“Voglio dedicarmi al calcio, immagina, se mi ritiro da questo e non ho una dose aggiuntiva di adrenalina divento matto. Il calcio è una buona dose di adrenalina, mi piace molto, è l’altra mia passione, sto studiando per diventare allenatore, sto seguendo un corso online nella Federazione Argentina, e voglio prepararmi di più nel caso si presentasse l’occasione sorge un giorno. “Mi piacerebbe un giorno diventare l’allenatore del Chivas”, ha detto.

*Informazioni in fase di sviluppo

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un uomo riceverà un risarcimento di 12.000 euro da una banca per averlo inserito nella lista degli inadempienti dopo aver subito una truffa di ‘phishing’
NEXT La truffa del gruppo WhatsApp da cui mette in guardia la Polizia di Stato: si parla di criptovalute o di offerte di lavoro fraudolente