L’Inter Miami crolla 6-1 contro Cincinnati e perde il vantaggio in Oriente

L’Inter Miami crolla 6-1 contro Cincinnati e perde il vantaggio in Oriente
L’Inter Miami crolla 6-1 contro Cincinnati e perde il vantaggio in Oriente

New York, 6 luglio (EFE).- L’Inter Miami, senza Lionel Messi e Luis Suárez per la Copa América, ha lasciato la visita a Cincinnati umiliata questo sabato per 6-1, una sconfitta brutale che la lascia anche senza la guida della squadra. nella MLS.

Serata da dimenticare per un’Inter Miami che chiude in dieci a causa dell’espulsione dello spagnolo Sergio Busquets. Secondo i dati BeSoccer per EFE, questa è la quarta volta in tutta la sua carriera che l’ex giocatore del Barcellona vede il rosso.

Dopo quattro vittorie in quattro partite senza Messi e Suárez, l’Inter Miami ha affrontato un Cincinnati guidato dall’argentino Luciano Acosta e che è arrivato a questo duello chiave come secondo in Oriente e dopo essere stato la migliore squadra nella stagione regolare nel 2023.

Gerardo Martino, che per accumulo di cartellini non ha potuto contare anche sullo spagnolo Jordi Alba e sul paraguaiano Diego Gómez, ha optato per Busquets come difensore centrale insieme all’ucraino Serhiy Kryvtsov.

Cincinnati ha sfruttato fin dall’inizio la mancanza di velocità di quella coppia di difensori centrali e Yuya Kubo ha portato i padroni di casa in vantaggio al 10′, lasciando dietro di sé l’intera difesa rivale.

Acosta (MVP della MLS nel 2023) e il suo connazionale Luca Orellano hanno avuto la possibilità di ottenere rapidamente il secondo posto.

L’Inter Miami ha mostrato enormi carenze in difesa, ma in attacco ha funzionato in modo fluido: Robert Taylor ha firmato un tiro coraggioso dalla destra, l’ecuadoriano Leonardo Campana non è riuscito a centrare il bersaglio quando è rimasto solo contro il portiere…

…e al 21′ Kryvtsov, che aveva già segnato su un altro calcio d’angolo, realizza il pareggio per gli ospiti con un colpo di testa.

La gioia di chi è in rosa è durata poco. Acosta ha segnato il secondo gol per Cincinnati al 36′ dopo uno slalom evitando gli avversari e appena due minuti dopo ha servito anche un perfetto corner per Pavel Bucha che ha segnato il terzo con un tiro dal limite dell’area.

Poco prima dell’intervallo, l’argentino Yamil Asad ha completato uno spettacolare primo tempo per Cincinnati, siglando il quarto gol contro la passività della difesa dell’Inter Miami e nonostante il loro portiere, Drake Callender, abbia impedito che la sconfitta diventasse ancora più scandalosa.

L’incubo è continuato dopo la ripartenza. Kubo ha completato la sua doppietta al 51′, Busquets è uscito al 62′ dopo aver ricevuto due cartellini gialli consecutivi e in pochi secondi per aver protestato contro l’arbitro, e Gerardo Valenzuela ha piazzato il sesto gol al 72′.

Dopo questo clamoroso colpo in classifica, Cincinnati è balzata al comando dell’Est con 48 punti e una partita in meno dell’Inter Miami, che ora è seconda con 47.

Segnano anche Colombo e Orlando

Da parte sua, il Columbus Crew, attuale campione della MLS Cup, ha distrutto Toronto 4-0 con un gol del colombiano Juan Camilo ‘Cucho’ Hernández e un altro dell’uruguaiano Diego Rossi.

Il Columbus Crew è terzo nell’Est con 39 punti ma ha due partite in meno rispetto a Cincinnati.

Inoltre, l’Orlando City, che finora è stato lontano dalle aspettative in questa stagione, ha avuto una grande gioia questo sabato battendo il DC United 5-0, che era stato ridotto a dieci prima dell’intervallo.

Per i Florida hanno segnato l’uruguaiano Facundo Torres, gli argentini Ramiro Enrique e Martín Ojeda e il colombiano Iván Angulo.

Infine, Montreal (con un gol dell’uruguaiano Matías Cóccaro) e i Vancouver Whitecaps hanno pareggiato 1-1 in questo duello canadese mentre Philadelphia Union e New York Red Bulls si sono divisi i punti senza gol.

(c) Agenzia EFE

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Incontra il veicolo elettrico più veloce del mondo – GENTE Online
NEXT Banda musicale e di pesca questo pomeriggio-notte a Calentona del Sesto Torneo Selettivo di Pesca di Orilla Mazatlán 2024