Bonus luglio 2024: data massima per il deposito e quanto dovresti ricevere se hai lavorato meno di un anno

Bonus luglio 2024: data massima per il deposito e quanto dovresti ricevere se hai lavorato meno di un anno
Bonus luglio 2024: data massima per il deposito e quanto dovresti ricevere se hai lavorato meno di un anno

Le chiavi della gratificazione di quest’anno. (Foto: Composizione andina/Infobae)

I lavoratori dell’attività pubblica e privata che hanno un contratto a tempo indeterminato, busta paga, tempo determinato o part-time accederanno al primo acconto del bonus 2024 a luglio di quest’anno.

Pertanto, il prossimo 15 luglio scade il termine ultimo per il deposito da parte dei datori di lavoro di questa prestazione obbligatoria, che viene erogata due volte l’anno. Va ricordato che questo bonus è applicabile a quei lavoratori che hanno lavorato per almeno un mese intero prima delle date di pagamento (da gennaio a giugno).

“È È un vantaggio legale che non richiede alcun altro requisito documentale o di presenza in ufficio per essere erogato. Non farlo implica una grave colpa da parte dell’azienda”, ha spiegato all’agenzia Andina Jimmy Huatuco, responsabile del progetto di Buk Perú.

Secondo Decreto Supremo n. 005-2002-TRI lavoratori che hanno lavorato da gennaio a giugno riceveranno un bonus equivalente alla retribuzione esente da tasse e sconti, più un bonus straordinario del 9% che normalmente il datore di lavoro versa a EsSalud (o del 6,5% nel caso di chi ha EPS).

La formula per calcolarlo è: retribuzione mensile lorda più assegno familiare (per chi ha figli minori o a carico) più il 9% del calcolo del bonus legale (6,75% per chi ha EPS).

Scopri tutto su questo beneficio lavorativo. (Foto: Andina)

Come previsto dal Decreto Supremo 013-2013-ProduceNel caso delle piccole imprese, i lavoratori riceveranno la metà del bonus nei mesi di luglio e dicembre. Oltretutto. I lavoratori soggetti al regime agrario possono ricevere bonus proporzionali come parte della loro retribuzione giornaliera oppure possono riceverli nelle corrispondenti date di luglio e dicembre.

Anche Jimmy Huatuco ha messo in guardia sulle conseguenze di mancato pagamento: “Potrebbero ammontare a cifre comprese tra 0,45 UIT e 4,5 UIT per le piccole imprese e tra 1,57 UIT e 26,12 UIT per le società non Mypes.” Si precisa che le sanzioni per il mancato rispetto dei termini di pagamento sono considerate un’infrazione grave e sono calcolate in base al numero di dipendenti colpiti, alla gravità dell’inadempimento e al regime lavorativo a cui appartiene l’azienda.

Se un lavoratore cessa le sue funzioni Prima di luglio hai diritto a ricevere un bonus troncato proporzionale al tempo lavorato in detto semestre. Nel calcolo deve essere compreso se nella retribuzione mensile sono compresi concetti variabili come provvigioni, straordinari o bonus, purché il lavoratore li abbia percepiti almeno tre volte nel periodo gennaio-giugno.

Scopri tutto su questo beneficio lavorativo. (Foto: Andina)

Se il lavoratore cessa di lavorare prima del compimento dei sei mesi, deve ricevere un premio troncato calcolato in proporzione al tempo lavorato.

Non tutti i regimi occupazionali ricevono bonus:

  • I lavoratori delle piccole imprese ricevono la metà di questo beneficio.
  • I lavoratori del settore pubblico ricevono a “aguinaldo” invece del bonus, il cui importo è di 300 soles. Vale la pena ricordare che ciò è determinato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).
  • Gli stagisti e i giovani in formazione professionale ricevono la metà del sussidio finanziario dopo aver completato i sei mesi, il che non avviene necessariamente nei mesi di luglio e dicembre.
  • I lavoratori delle microimprese, i lavoratori indipendenti e informali, non ricevono bonus.
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il segreto di María Corina Machado
NEXT Atletico, in attesa di un movimento