Circa 2.800 persone protestano a Barcellona per chiedere limiti al turismo di massa

Secondo la Polizia Urbana, intorno 2.800 persone Hanno manifestato questo sabato lungo la zona costiera di Barcellona chiedere restrizioni al turismo e protestare contro l’impatto negativo del sovraffollamento sui residenti, che devono affrontare l’aumento dei prezzi delle case e l’espulsione dai loro quartieri.

Grande manifestazione a Barcellona contro il turismo di massa per rivendicare limiti e politiche abitative

clicca per ingrandire

Una soluzione di ripiego.

Più di 140 entitàtra cui associazioni di quartiere, gruppi ambientalisti, movimenti per la casa e sindacati, hanno indetto la marcia con lo slogan “Prou! Posem límits al turisme” (Prou! Posem límits al turisme) (Abbastanza! Mettiamo limiti al turismo). La manifestazione è iniziata intorno alle 18,30 nel quartiere di Drassanes e si dirige verso la Barceloneta.

I manifestanti portano striscioni con messaggi contro l’ampliamento dell’aeroporto e slogan come “Turisti tornano a casa”, “Vicini in pericolo di estinzione” e “Collboni, que et voti Louis Vuitton”. Secondo il manifesto firmato dagli organizzatori, il modello economico basato sul turismo di massa “genera dipendenza economica da un settore altamente volatile” e richiede cambiamenti significativi nelle politiche pubbliche per fermare il turismo.

Oltre ai problemi abitativi, la manifestazione denuncia anche l’impatto ambientale del turismo, sottolineando che esso aggrava l’inquinamento e contribuisce alla crisi climatica in Catalogna.

Allo stesso tempo, Girona ha ospitato un’altra manifestazione con obiettivi simili in Plaça del Vi questo sabato pomeriggio.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Pirates Water Circus: tutto quello che devi sapere sull’avventura subacquea | Circo acquatico dei pirati | circhi a lima | circhi in Perù | San Michele | | SPETTACOLI
NEXT le sorprendenti immagini del lungomare cittadino coperto dalla nebbia