Crescono le esportazioni dalla regione economica chiave del sud-est del Vietnam

Merci attraverso il porto di Binh Duong, distretto di Binh Thang, città di Di An, provincia di Binh Duong (fonte: VNA)

Ho Chi Minh City (VNA) – Le esportazioni dalle province e dalle città della principale regione economica sud-orientale del Vietnam sono cresciute considerevolmente quest’anno.

La regione comprende Ho Chi Minh City e le cinque province di Dong Nai, Binh Duong, Ba Ria – Vung Tau, Binh Phuoc e Tay Ninh, rendendola il più grande centro economico del paese e un importante contributore alla crescita economica, alle esportazioni e alla riscossione delle entrate governative. e creazione di posti di lavoro.

Secondo il Dipartimento dell’Industria e del Commercio di Binh Duong, nei primi cinque mesi dell’anno le esportazioni della provincia hanno raggiunto un valore di quasi 13,8 miliardi di dollari, il 13,9% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il vicepresidente dell’Associazione provinciale per la lavorazione del legno, Luu Phuoc Loc, ha affermato che il settore è stato uno dei punti positivi di Binh Duong in termini di esportazioni.

Grazie alle sue efficaci politiche di sostegno alle imprese, le esportazioni di legno e prodotti in legno del Vietnam hanno ottenuto un grande successo sul mercato internazionale, ha osservato.

Le aziende stanno cercando di ottenere più ordini organizzando fiere ed esposizioni in patria e all’estero e penetrando in nuovi mercati in Medio Oriente, ha aggiunto.

Secondo il Dipartimento di Statistica della provincia di Dong Nai, nei primi cinque mesi dell’anno il surplus commerciale ha superato i 2,8 miliardi di dollari, e le aziende locali hanno esportato beni per un valore di quasi 9,3 miliardi di dollari.

Delle esportazioni di Dong Nai, oltre il 60% proviene da settori quali l’elettronica, il tessile, le calzature, i componenti e le attrezzature per macchinari.

La provincia esporta in più di 170 paesi e territori, ma Stati Uniti, Giappone, Cina, Corea del Sud ed Europa rimangono i mercati principali.

Secondo le aziende, il mercato d’esportazione mostra segnali di miglioramento con l’arrivo di più ordini. Dong Nai prevede un surplus commerciale di 6,8 miliardi di dollari quest’anno.

Nguyen Ngoc Hoa, presidente della Ho Chi Minh City Business Association (HUBA), ha affermato che le aziende locali hanno ricevuto grandi ordini fino alla fine del terzo trimestre.

Sebbene le aziende continuino a essere sotto pressione per ridurre i prezzi e si trovino ad affrontare elevate barriere tecniche, stanno cercando di evitare di perdere ordini, accettando profitti inferiori e trovando modi per ridurre i costi.

Grazie a ciò, le esportazioni della città continuano a riprendersi dopo essere state colpite dalle fluttuazioni del mercato globale, con un aumento delle spedizioni in tutti i prodotti e mercati.

Il Dipartimento dell’Industria e del Commercio ha affermato che le esportazioni nei primi quattro mesi dell’anno sono state piuttosto elevate, pari a 12,5 miliardi di dollari, con un aumento del 69% su base annua.

Le esportazioni di prodotti tessili e di abbigliamento hanno superato 1,2 miliardi di dollari, con un aumento del 40%, le esportazioni di legno e prodotti derivati ​​sono aumentate di oltre l’80% a 175,6 milioni di dollari, e le spedizioni di macchinari, attrezzature, strumenti e componenti hanno raggiunto 912,8 milioni di dollari, con un aumento del 41%. .

La città ha creato meccanismi e politiche a favore delle imprese nella conversione dei modelli di produzione verso una maggiore applicazione di tecnologie moderne ed ecocompatibili e il miglioramento della competitività.

Ha inoltre incoraggiato le aziende a trovare nuovi partner ed espandere i mercati al di fuori della Cina e degli Stati Uniti. La diversificazione dei mercati di esportazione contribuirà a ridurre la ciclicità e la volatilità delle esportazioni./.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Raphy Pina completa la sua condanna federale e oggi si gode la libertà
NEXT Il comune e l’associazione degli agrumicoltori di Concordia hanno rinnovato l’accordo di mutua collaborazione – El Heraldo