Orbán ha parlato con Zelenskyj e Putin per la pace in Ucraina

Orbán ha parlato con Zelenskyj e Putin per la pace in Ucraina
Orbán ha parlato con Zelenskyj e Putin per la pace in Ucraina

Il primo ministro ungherese Víktor Orbán, uno degli invitati speciali all’insediamento del presidente Javier Milei, si è recato a sorpresa a Mosca per cercare di raggiungere con il presidente Vladimir Putin un riavvicinamento che consenta di avanzare verso un cessate il fuoco e un tavolo di dialogo con Ucraina. Al termine dell’incontro ha dichiarato: «Mi sono reso conto per esperienza che le posizioni (di Ucraina e Russia) sono molto distanti. “Molti passi devono essere fatti per avvicinarsi alla fine della guerra.” Ma il problema è che il leader di un paese della NATO, in aperta opposizione alle regole stabilite dall’Organizzazione Atlantica, sta cercando un modo per porre fine a questo conflitto nel cuore dell’Europa.

Inoltre, l’Ungheria detiene la presidenza pro tempore del Consiglio dell’Unione Europea e Putin ha ricevuto Orban in tale veste. «L’Ungheria ha già fatto un passo importante: ha stabilito un contatto con entrambe le parti in conflitto. “Continuerò a lavorare in questa direzione”, ha promesso Orbán.

«Se restiamo a Bruxelles, la pace non verrà da sola. Per questo andrò là dove viene la minaccia per l’Ungheria e per l’Europa e spiegherò come stanno le cose. Ecco perché ho chiesto al presidente Volodymyr Zelenskyj quali sono le linee rosse che non oltrepasserà per raggiungere la pace. L’Ungheria non si assumerà la responsabilità di raggiungere la pace. Non abbiamo un mandato per questo, né abbiamo un peso adeguato nella politica internazionale, non abbiamo un PIL sufficiente né un esercito adeguato, ma possiamo essere uno strumento utile per raggiungere la pace”, ha osservato nel suo resoconto. Telegramma.

Orbán si è recato a Kiev e Mosca nell’ambito di “una missione di pace” e in entrambe le capitali ha affrontato questioni globali e regionali, compresa la soluzione del conflitto con la Russia.

L’ultimo round di colloqui tra Mosca e Kiev per un accordo sulla fine delle ostilità si è svolto il 29 marzo 2022 a Istanbul. Quella volta, il viaggio urgente del primo ministro Boris Johnson fu fondamentale per impedire qualsiasi progresso. Ora la Gran Bretagna ha un nuovo governo e forse anche lì ci sarà un cambiamento.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Adrianzén esclude cambiamenti nel gabinetto ministeriale in vista delle festività nazionali | PERÙ
NEXT Qual è il momento più economico oggi, mercoledì 17 luglio?