Analisi di Samurai Warriors 4 DX, la versione definitiva del miglior gioco della serie

Analisi di Samurai Warriors 4 DX, la versione definitiva del miglior gioco della serie
Analisi di Samurai Warriors 4 DX, la versione definitiva del miglior gioco della serie

Quest’anno la saga Samurai Warriors celebra il suo 20° anniversario dal lancio del suo primo capitolo. Come franchise, ha subito una trasformazione verso l’alto attraverso i suoi diversi capitoli, passando dal seguire la scia di Dynasty Warriors al forgiare la propria immagine attraverso i miglioramenti e i contenuti offerti in ogni nuovo capitolo, oltre a diversi spin-off. Nel 2021 abbiamo visto il lancio dell’ultimo gioco della serie, finora, Samurai Warriors 5, un capitolo che ha rappresentato un riavvio del franchise incentrato sulla storia dei personaggi di Nobunaga Oda e Akechi Mitsuhide.

Il quarto capitolo della serie, dal canto suo, è forse di gran lunga il migliore del franchise, essendo quello ha segnato la celebrazione dei primi 10 anni della serie con un titolo che non solo ha avuto un’interessante promozione attraverso trailer di storia e gameplay ma anche un prodotto notevole grazie ad un ampio cast di personaggi e contenuti considerevoli. Koei Tecmo ha recentemente lanciato la versione DX di questo titolo su PC, ad oggi disponibile solo nei territori giapponesi per PlayStation 4 e Nintendo Switch, che offre come grande incentivo più di 150 contenuti scaricabili inclusi come standard.

Questa consegna segue gli schemi base già presentati nelle consegne precedenti combattimenti massicci attraverso diversi scenari pieni di nemici e generali da sconfiggere raggiungendo gli obiettivi proposti per ottenere la vittoria. La grande differenza sta nelle diverse funzionalità giocabili implementate in questa puntata, a cominciare da iperattacco che permetteva di “ripulire” il campo dai nemici con il tasto triangolo, facilitando la navigazione nelle aree affollate, o la barra dello spirito che si ricaricava sconfiggendo i nemici e che se utilizzata al raggiungimento del massimo, con il tasto L3, rallenterebbe temporaneamente l’azione, permettendoti di eseguire un vero attacco Musou. Un’altra caratteristica di questa consegna è la possibilità di scegliere due personaggi in combattimentopotendo passare dall’uno all’altro in tempo reale premendo il pulsante Seleziona e assegnare obiettivi all’altro per facilitare il compimento delle missioni, pur avendo la possibilità di equipaggiare oggetti con vari effetti in combattimento, come aumentare temporaneamente l’attacco, la difesa o aumentare la probabilità di ottenere oro o esperienza.

Il contenuto offerto dal gioco è considerevole con diverse modalità di gioco disponibili e un ampio elenco che ne include un totale più di 50 caratteri tra cui scegliere, alcuni dei quali hanno riprogettazioni e nuove aggiunte per l’occasione. Buona parte della squadra viene sbloccata tramite il modalità cronologia il cui sviluppo viene offerto in questa occasione attraverso archi narrativi diversi offrendo la prospettiva di diverse fazioni importanti del periodo Sengoku. All’inizio potrete sceglierne alcuni come Oda o Takeda all’inizio e completando ogni storia potrete sbloccarne di nuove, raggiungendo il climax con la storia dei fratelli Sanada, Yukimura e Nobuyuki, dal punto di vista di entrambi i personaggi. A parte i combattimenti, questa puntata includerebbe sequenze di conversazione con il motore di gioco oltre ai già tipici filmati in CGI, aspetto che offriva maggiore enfasi sulla narrativa del gioco e mostrava il background dei diversi personaggi.

Lui modo Cronaca, dal canto suo, propone di controllare un personaggio originale creato dal giocatore a partire da un punto di partenza scelto tra le opzioni disponibili per avventurarsi attraverso una mappa del Giappone feudale con l’obiettivo di raccogliere le biografie dei più importanti guerrieri del periodo Sengoku . Il movimento consente di scegliere tra diversi punti con direzioni specifiche, alcune delle quali limitate, avendo diverse località da visitare, come il negozio per potenziare le armi o acquistare pezzi di armatura e cavalcature o il mentore per passare da un obiettivo di vita all’altro scegliendo tra diversi ruoli. Nel mezzo ci sono punti di battaglia fissi in cui appariranno generali di spicco e personaggi principali, nonché punti di visita per i personaggi principali che portano a diversi eventi con cui migliorare il livello di amicizia. Questo aspetto migliorerà anche quando verranno sconfitti in combattimento, combattendo come alleati, ottenendo infine di unirsi come personaggi selezionabili nelle battaglie in questo modo. È senza dubbio la modalità di gioco ad offrire una durata notevole considerando che riunire tutti i personaggi e completare le biografie offre abbastanza interesse da tenerti incollato al controller.

Lui creatore del personaggio, che si trova all’interno della modalità Dojo, offre le opzioni tipiche viste nei giochi precedenti dello studio, come Dynasty Warriors 7 Empires, potendo creare personaggi utilizzando le opzioni predefinite per le diverse sezioni dell’aspetto e dell’armatura del personaggio, avendo come un’opzione è quella di poter scegliere il ritratto, aggiungere un emblema e selezionare i diversi kanji che appaiono quando si utilizzano le tecniche Musou e True Musou. È interessante notare l’opzione di alimentazione Carica immagininei formati jpeg e bmp, è ancora presente la personalizzazione di questi aspetti, qualcosa che offre un livello di personalizzazione più elevato e che è apprezzato perché raro nei giochi attuali.

Le opzioni di gioco multigiocatore Offrono la possibilità di svolgere le diverse fasi del gioco nelle diverse modalità disponibili in cooperativa a schermo diviso, avendo la possibilità di scegliere tra una partita veloce con un giocatore selezionato tramite connessione o tramite invito. Nella modalità Cronache, invece, questa opzione prevede la ricerca nelle stanze degli altri giocatori oltre a poterne creare una personalizzata, avendo a sua volta il potere Passa facilmente dall’opzione online al gioco in solitario.

I contenuti extra inclusi in questa versione offrono diversi contenuti, più di 150, originariamente apparsi sia in preordine che dopo il lancio del gioco. Questi includono il pelli classiche per i personaggi apparsi nel primo gioco della serie insieme a costumi extra per alcuni personaggi che offrono gli stili più svariati. A questo se ne aggiungono diversi Skin per armi, cavalcature e livelli aggiuntivi insieme a tracce BGM extra che includono remix di brani classici del franchise.

In questioni tecniche, questa versione offre diverse opzioni di configurazione della sezione grafica, anche per impostazione predefinita o in modo personalizzato modificando le opzioni delle diverse sezioni, oltre a poter alternare tra la modalità di gioco a schermo intero o finestra, vari tipi di risoluzione e anche la scelta tra 30 e 60 FPS. D’altronde, anche se siamo di fronte a un gioco con un decennio alle spalle, vale la pena sottolinearlo sembra ancora buono per quello che offre sia per quanto riguarda la progettazione delle ambientazioni che la modellazione dei personaggi principali.

Per quanto riguarda la sezione sonora, vale la pena sottolineare la colonna sonora di questo capitolo. La serie è stata caratterizzata dall’avere una colonna sonora che ravviva le diverse fasi il peculiare mix di suoni techno con ritmi tradizionali giapponesi, uno stile che viene mantenuto in questa versione e che risalta in molte delle sue composizioni, tra cui Petals on the Wind che suona durante la fase del castello di Osaka. D’altra parte, il gioco non ha un selettore vocale, ha solo il file Doppiaggio in lingua giapponesecon diverse voci eccezionali e una qualità notevole che merita di essere sottolineata.

Nonostante il passare del tempo, Samurai Warriors 4 rimane di gran lunga il capitolo più completo della serie, sia per la varietà di modalità di gioco che per l’ampio elenco di personaggi. Con questa versione DX abbiamo anche una versione completa con contenuti scaricabili che rappresenta l’opzione ideale per coloro che vogliono godersi questo capitolo, sia i nuovi giocatori che i veterani.

Il migliore

  • Il contenuto del gioco, sia nelle modalità di gioco disponibili e nei personaggi selezionabili, sia con l’aggiunta di tutti i contenuti scaricabili standard.
  • Il gameplay, con combattimenti agili che ti permettono di sfruttare i diversi personaggi in combattimento.
  • La colonna sonora, con canzoni orecchiabili.

Peggio

  • Forse il prezzo, 49,99€, è un po’ alto.
  • Che non appare su più piattaforme.

Segui il Canale Twitter di MeriStation. Il tuo sito web di videogiochi e intrattenimento, per scoprire tutte le novità, gli aggiornamenti e le ultime novità sul mondo dei videogiochi, film, serie, manga e anime. Anteprime, analisi, interviste, trailer, gameplay, podcast e molto altro. Sottoscrivi!

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La nuova alleanza di destra di Orban raccoglie il sostegno necessario per affermarsi come gruppo al Parlamento europeo
NEXT Almeno 16 morti e 50 feriti nell’attacco israeliano alla scuola dell’UNRWA a Gaza