Brown attacca la Red Bull e suggerisce di non rispettare mai le regole

Brown attacca la Red Bull e suggerisce di non rispettare mai le regole
Brown attacca la Red Bull e suggerisce di non rispettare mai le regole

L’amministratore delegato della McLaren F1, Marrone Zakha criticato la Red Bull e il suo capo della squadra di Formula 1, Cristiano Hornerper aver “incoraggiato” Max Verstappen a continuare a guidare in modo aggressivo.

Nel dibattito seguito alla collisione tra Verstappen e Lando Norris al Gran Premio d’Austria dello scorso fine settimana, Brown ha affermato che ci sono aspetti che la FIA può migliorare per garantire che tali incidenti siano gestiti meglio in futuro.

Ma c’è anche un altro aspetto che lo ha messo a disagio, e cioè il modo in cui la Red Bull si è comportata in difesa di Verstappen, sia con la sua posizione nei messaggi radio durante la gara che nelle interviste dopo l’accaduto.

Brown è arrivato addirittura a suggerire che questa sia una tendenza di quella squadra non rispettare le regole della Formula 1.

Parlando a Silverstone prima del Gran Premio di Gran Bretagna Riguardo a quanto accaduto in Austria, Brown ha detto: “Sono anche deluso da una squadra grande come la Red Bull che la dirigenza ha quasi incoraggiato, perché se ascolti la radio è quello che è stato detto”.

“Abbiamo tutti la responsabilità sul muretto dei box di dire ai nostri piloti cosa si dovrebbe e non si dovrebbe fare in gara, ed è per questo che penso che dobbiamo rispettare le regole.”

“Abbiamo visto che c’è una mancanza di rispetto, sia nei regolamenti finanziari, sia nello sport, in pista, problemi con i genitori e cose del genere. Non penso che dovremmo competere in questo modo”.

“Dobbiamo guidare i nostri piloti su ciò che è giusto e sbagliato, e penso che se fosse stato affrontato prima, forse quell’incidente non avrebbe avuto luogo.”

“Quindi è un incidente di gara che penso avrebbe potuto essere evitato se il muretto dei box e gli steward fossero stati più attenti a ciò che dicono i regolamenti su cosa si può e non si può fare.”

Alla domanda se i suoi commenti sulla violazione dei regolamenti da parte della Red Bull fossero qualcosa di cui avrebbe parlato direttamente con Horner, Brown ha detto: “Questo è il ruolo della FIA. Non ho davvero alcun interesse a parlare con Christian”.

La McLaren chiede alla F1 steward professionisti permanenti

Sebbene Norris e Verstappen abbiano concordato di lasciarsi alle spalle ciò che è accaduto in Austria, Brown ritiene che si possano apportare miglioramenti nel modo in cui vengono gestiti gli incidenti.

In particolare, ritiene che ci sia bisogno di più coerenza nelle decisioni dei commissari, cosa che forse si potrebbe ottenere solo ricorrendo a professionisti.

“Se riflettiamo sul fine settimana, e penso che questo sia qualcosa con cui la FIA è d’accordo, dobbiamo investire di più nei nostri steward per avere maggiore coerenza e applicazione delle regole”, ha detto.

“Penso che avere steward part-time sia un lavoro molto difficile. È piuttosto complesso, e farlo part-time per il livello della F1, penso che sia difficile.”

“Max e Lando stavano litigando, come previsto, e finché qualcuno non dice a Max che è contro le regole, non saprà niente di diverso.”

“Quindi penso che ci siano state una serie di opportunità mancate per gli steward di cui prendere atto.”

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il Consiglio delle Nazioni Unite approva una risoluzione che condanna la violenza ad Haiti
NEXT CAMBOGIA Piattaforma di una grande azienda cambogiana utilizzata per truffe di criptovaluta