New Carolina Hurricanes: analisi del roster dopo interessanti decisioni fuori stagione

New Carolina Hurricanes: analisi del roster dopo interessanti decisioni fuori stagione
New Carolina Hurricanes: analisi del roster dopo interessanti decisioni fuori stagione

RALEIGH – I Carolina Hurricanes avranno un aspetto molto diverso quando la stagione 2024-25 inizierà l’11 ottobre alla PNC Arena contro i Tampa Bay Lightning.

Innanzitutto, Jake Guentzel, un’acquisizione con scadenza commerciale che Carolina ha tentato con successo di firmare nuovamente prima del 1 luglio, farà il suo debutto lampo. Gli Hurricanes hanno anche una difesa riorganizzata e alcuni cambiamenti in attacco.

Le cose potrebbero cambiare nei prossimi tre mesi, ma ecco una panoramica di ciò che Carolina ha perso, cosa ha aggiunto e cosa c’è in serbo per la squadra.

Guardiani del cancello

In: Nessuno
Da fuori: Nessuno
Determinato: Anti Raanta

Gli Hurricanes sembrano destinati a sopravvivere al trio formato da Frederik Andersen, Piotr Kochetkov e Spencer Martin, con Raanta che emerge come l’uomo strano.

Carolina ha solo 6,175 milioni di dollari in cap space, e la squadra probabilmente seppellirà Martin nei minori finché non avrà eliminato le deroghe, portando il totale a 5,4 milioni di dollari. Dieci squadre hanno un portiere che guadagna tanto o più.

I risultati saranno comunque significativi. Gli Hurricanes hanno sempre avuto, a parte l’inizio della scorsa stagione, un portiere affidabile durante la stagione regolare, anche con infortuni multipli. Dopo che Andersen ha faticato nella postseason, Kochetkov potrebbe svolgere più un ruolo di 1A.

Analisi: Andersen e Kochetkov hanno un anno in più. Anche se questo non è di buon auspicio per Andersen, che compirà 35 anni all’inizio della stagione, Kochetkov ha collezionato 40 presenze lo scorso anno e dovrebbe entrare nel suo periodo migliore all’età di 25 anni. Gli Hurricanes hanno anche Martin se necessario. Ciò dovrebbe mantenere Carolina stabile la prossima stagione, anche se il portiere sarà probabilmente valutato in base a come si comporterà nella postseason.

Peshawar

Abbandonare: Jordan Martinuk (tre anni, 3,05 milioni di dollari AAV)
In: Jack Roslovic (un anno, 2,8 milioni di dollari), William Carrier (sei anni, 2 milioni di dollari AAV), Eric Robinson (un anno, 950.000 dollari), Tyson Jost (un anno, 775.000 dollari)
Da fuori: Jake Guentzel (Tampa Bay, sette anni, 9 milioni AAV), Teuvo Teravainen (Chicago, tre anni, 5,5 milioni AAV), Stefan Noesen (New Jersey, tre anni, 2,75 milioni AAV)
Determinato: Jack Drury, Seth Jarvis, Martin Nekas

Perdere Guentzel è stato un duro colpo per gli Hurricanes, soprattutto considerando il modo in cui è accaduto. Carolina pensava di aver dato a Guentzel e alla sua agenzia quello che avevano chiesto: un contratto di otto anni da 64 milioni di dollari che l’ala voleva, ma sabato pomeriggio a Las Vegas, Guentzel ha detto agli Hurricanes che non avrebbe firmato nuovamente.

Il direttore generale Eric Tulsky ha recuperato qualcosa e ha scambiato una scelta del terzo round dei Lightning con il diritto di trattare Guentzel, ma Carolina non voleva che accadesse in quel modo.

Gli Hurricanes accettarono anche termini con l’agente libero limitato Martin Nekas, e Columbus eguagliò Carolina e Nekas. Tali trattative sono fallite e ora sembra più probabile che Nekas, che ha presentato istanza di arbitrato salariale, tornerà per un’altra stagione a Raleigh, probabilmente con un contratto di un anno tra $ 5,5 e $ 6,5 milioni.

Gli Hurricanes devono anche trovare un accordo con RFA Drury, che ha anche chiesto un arbitrato, e Jarvis. Gli accordi a lungo termine avranno un impatto maggiore per entrambi, mentre gli accordi monetari offrono maggiore flessibilità ma meno certezza dei costi futuri.

Carolina è disposta a firmare Jarvis per un prolungamento di otto anni se tagliano il numero, ma il 22enne probabilmente scommetterà su se stesso dopo una stagione da 33 gol.

Gli Hurricanes hanno perso anche Teravainen, che ha disputato cinque stagioni con almeno 50 punti nei suoi otto anni a Raleigh. L’anno scorso ha segnato 25 gol, il miglior numero della sua carriera; Normalmente non è il suo pane quotidiano, ma quei gol ci mancheranno comunque.

Nozen, che ha segnato 27 gol in totale nelle ultime due stagioni, è stata una bella scoperta, ma troppo costosa da mantenere. A Carolina mancherà la sua capacità di presenza in zona d’attacco, grinta e gol tempestivo nei playoff, ma la squadra ha fatto diverse aggiunte lungo il percorso per riempire il vuoto.

L’attaccante non ha la mano da gol di Noesen, ma è grosso, ha voglia di andare a rete e gioca con un motore che lo inserisce bene nel sistema di coach Rod Brind’Amour. Robinson, allo stesso modo, può sfruttare la sua stazza e la sua velocità per prevedere in modo efficace, ma ha faticato a produrre in modo offensivo per tutta la sua carriera. Jost può anche svolgere un profondo quarto ruolo.

L’arrivo più importante in attacco è Roslovic, che dovrebbe aiutare la squadra ad adattarsi all’assenza di destri e potrebbe sostituire Jesper Fast qualora l’infortunio al collo dell’attaccante gli impedisse di giocare. Roslovic ha raggiunto i 40 punti due volte in un ruolo da terza linea, ed è capace di essere un giocatore potente sia nel power play che nel rigore.

Analisi: Il gruppo d’attacco non è buono come un anno fa. Mentre le aggiunte di profondità possono funzionare al livello offensivo di Nozen ed essere più preziose come giocatori a tutto tondo, Roslovic è il downgrade di Teravainen. Guentzel è stato affittato per l’intera stagione e, nella maggior parte dei casi, quei giocatori se ne vanno. Ma l’approccio di Carolina di riassumerlo fa arrabbiare la sua partenza. Nel mezzo restano dei punti interrogativi: né Jesperi Kotkaniemi né Drury hanno dimostrato di essere abbastanza produttivi per un centro di seconda linea, e Yevgeny Kuznetsov deve dimostrare di poter ricoprire quel ruolo a 32 anni. La capacità di segnare presto potrebbe dipendere da come si comporta Nekas (se rimane in squadra), dal ritorno e dalla crescita di Jarvis, Drury, Kotkaniemi e Andrei Svechnikov.

In difesa

Abbandonare: Jalen Chatfield (tre anni, 3 milioni di dollari AAV)
In: Sean Walker (cinque anni, 3,6 milioni di dollari AAV), Shane Gostisbehe (tre anni, 3,2 milioni di dollari AAV), Ty Smith (un anno, accordo a due vie), Riley Stillman (un anno, accordo a due vie)
Da fuori: Brady Skjei (Nashville, sette anni, 7 milioni AAV), Brett Pesce (New Jersey, sei anni, 5,5 milioni AAV), Dylan Coughlan (ceduto a Winnipeg)
Determinato: Tony De Angelo

Carolina ha perso una coppia importante con la partenza di Skjej e Pesce, e sarà interessante vedere come Brind’Amur utilizzerà la sua nuova difesa. Jacob Slavin, che ha firmato un prolungamento del contratto di otto anni del valore di poco più di 51 milioni di dollari per tutta la stagione 2025-26, ancorerà la difesa e probabilmente inseguirà Brent Burns per un altro anno nella coppia di punta.

Dmitry Orlov assumerà un ruolo più importante insieme a Chatfield o Walker. Orlov e Chatfield hanno festeggiato l’anno scorso come la terza coppia meno competitiva e avrebbero potuto restare insieme.

Brind’Amour avrà delle opzioni. Carolina conosce il lavoro della coppia Orlov-Chatfield, ma i minuti a disposizione saranno maggiori e la competizione più dura come coppia tra le prime quattro. Walker ha giocato più di 19 minuti a partita la scorsa stagione a Filadelfia e in Colorado e potrebbe affiancarsi a Orlov per completare la seconda coppia. Gli Hurricanes sanno anche che Gostisbehere e Chatfield possono giocare insieme, poiché il duo è stato accoppiato dopo che Carolina ha acquisito Gostisbehere alla scadenza commerciale del 2023.

L’esordiente Scott Morrow, Smith e Stillman sono tutti alla ricerca di ruoli profondi, mentre DeAngelo rimane sul mercato aperto.

Analisi: La difesa sembra diversa. Carolina perderà dimensioni quando sostituiranno Pesce e Skjei con Walker e Gostisbehe, e gli Hurricanes dovranno sistemare le cose affinché la loro difesa sia buona come lo è stata negli ultimi anni. Aiuterà ad avere un anno intero da Orlov, senza i dolori di inizio stagione che ha avuto l’anno scorso. Anche la difesa ha un movimento complessivo migliore rispetto allo scorso anno, e Walker e Gostisbehe dovrebbero almeno eguagliare la produzione offensiva combinata di Skjei e Pesce. Gli Hurricanes potrebbero fare un passo indietro ai rigori, con Slavin e Burns che probabilmente vedranno le partite migliori.

Generalmente

Se gli Hurricanes fossero stati una squadra migliore fin dall’inizio del free agency, sarebbero stati uno dei più grandi insegnanti nella storia del front office. Hanno perso quattro pezzi importanti e un po’ di profondità, ma hanno riempito la maggior parte di quei buchi con talenti più economici, un gradino sotto quello che avevano. Carolina lo ha fatto senza lasciarsi coinvolgere in accordi costosi a lungo termine.

Ciò offre alla squadra molto spazio (probabilmente tra $ 13 e $ 14 milioni, a seconda di come si comporta il roster nel campo di addestramento) per ingaggiare Nekas, Jarvis e Drury. Negli ultimi anni gli Hurricanes hanno anche concluso numerosi affari di fine estate, quindi non escludere un altro cambiamento prima di settembre.

Gli Hurricanes sono una buona squadra ora che la loro stagione si è conclusa a metà maggio? Forse no. Carolina è ancora una delle migliori squadre della Eastern Conference e della NHL? Forse.

(Foto di Sean Walker: Sam Hodde/Getty Images)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La NASA conferma l’avvistamento di una palla di fuoco a New York
NEXT Marset riappare, dice che sua moglie è “innocente” e che chiederà il licenziamento…