Erdogan critica la sanzione “politica” contro Demiral per aver compiuto il gesto ultra dei Lupi Grigi

Erdogan critica la sanzione “politica” contro Demiral per aver compiuto il gesto ultra dei Lupi Grigi
Erdogan critica la sanzione “politica” contro Demiral per aver compiuto il gesto ultra dei Lupi Grigi

MADRID, 7 lug. (EUROPA PRESS) –

Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, ha criticato la sanzione “politica” che ha impedito al giocatore turco Merih Demiral di giocare nei quarti di finale di Euro Cup contro l’Olanda per aver compiuto il gesto del gruppo di estrema destra turco dei Lupi Grigi.

“È inspiegabile. È una decisione completamente politica. Questa decisione ha oscurato le coscienze, ma grazie a Dio non ha intaccato il morale e la motivazione della nostra nazionale”, ha detto Erdogan alla stampa durante il suo viaggio di ritorno in Turchia dopo aver assistito alla partita di lo Stadio Olimpico di Berlino.

“La sanzione di due partite comminata dalla UEFA a Merih, a dire il vero, mette in dubbio il campionato (…). Nonostante questi ostacoli, la nostra squadra ha dato filo da torcere ad una scuola calcio come quella olandese. Basso, ” Ha aggiunto.

Inoltre, ritiene che la sanzione “non sia contro Merih personalmente, ma sia una sanzione contro la Turchia come nazione”. “La migliore risposta sarebbe stata uscire vittoriosi da questa partita”, ha sostenuto.

Erdogan ha anche precisato di non essere un arbitro, ma “l’arbitro non ci ha dato un rigore anche se era vicino al punto in cui un giocatore olandese ha preso la palla”. “Avrei dovuto chiamare un rigore (…). È un’ingiustizia”, ​​ha sottolineato.

Il presidente turco ha ringraziato tutto lo staff della squadra e i tifosi turchi, sia quelli residenti in Germania che quelli venuti dalla Turchia. Ha rivelato, inoltre, di aver fatto visita ai giocatori e all’allenatore Vincenzo Montella nello spogliatoio dopo la partita e di averli abbracciati tutti. “Siamo usciti a testa alta come se avessimo vinto la partita”, ha sottolineato.

Adesso Erdogan si pone come obiettivi il Mondiale del 2026 e gli Europei del 2028 per “prepararci al meglio e, come ha detto Montella, saperci prendere una rivincita”.

Il gruppo dei Lupi Grigi è stato coinvolto negli attacchi contro la sinistra e gli attivisti in Turchia negli anni ’70. Ora è legato all’ultranazionalista Partito del Movimento Nazionalista (MHP), guidato da Devlet Bahçeli e principale alleato di Erdogan.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV “Vedremo se sarà tecnicamente adeguato”
NEXT Ti è piaciuto l’esordio di Falcao García nel calcio colombiano? Questo è stato il suo contributo a Millionaires prima del DIM