Da domani Orange aumenta il prezzo delle chiamate in due delle sue tariffe prepagate

Da domani Orange aumenta il prezzo delle chiamate in due delle sue tariffe prepagate
Da domani Orange aumenta il prezzo delle chiamate in due delle sue tariffe prepagate

Se intendi fare un bel viaggio durante queste festività e sei cliente Orange, potresti avere una di queste due tariffe: Abbonamento Vacanze 5 anni Abbonamento Vacanze 15 anni. Sono due tariffe prepagate tra le più apprezzate dall’operatore e ideali per le vacanze. Con loro hai la garanzia di godere di un buon supporto per tutto il tuo viaggio, anche se, come ti abbiamo indicato, a partire da domani con prezzi più alti.

Quali prezzi cambiano?

Ci sono tre aumenti di prezzo che si verificano in queste tariffe. Da un lato, il costo delle chiamate per gli utenti che non rinnovano i benefici della propria tariffa pagando la quota corrispondente o nel caso in cui superino il limite stabilito per le chiamate. In questo caso le chiamate verso telefoni fissi e mobili nazionali 24 ore su 24 e il roaming all’interno dell’Unione Europea avevano un prezzo senza tasse di 0,2066 euro al minuto. E l’istituzione delle chiamate nazionali e in roaming nell’Unione Europea è costata 0,2645 euro.

Ora questi costi diventano rispettivamente 0,2479 euro e 0,3306 euro. Tieni presente che questi nuovi prezzi verranno attivati ​​a partire da domani, 8 luglio. E, come abbiamo accennato, non sono cambiamenti che arrivano da soli, perché anche loro ci sono altri costi che aumentano e che dettagliamo nelle righe successive.

Altri aumenti dei costi

Invece, per le chiamate verso destinazioni internazionali dalla Spagna che non sono incluse nella tariffa a partire da 1 centesimo al minuto, è previsto un aumento di prezzo. In questo caso, ciò che avrà un costo maggiore sarà stabilire chiamate dalla Spagna con chiamate fuori dall’Unione Europea, aspetto in cui il prezzo senza tasse aumenta da 0,2645 euro a 0,3306 euro.

Infine, anche modificare l’impostazione della chiamata nelle chiamate in roaming dai paesi dell’Unione Europea verso i paesi extra UE. Anche qui l’aumento dei costi è lo stesso del precedente, passando da 0,2645 euro a 0,3306 euro. Tieni presente che questo gruppo comprende anche le chiamate effettuate da Islanda, Gibilterra, Norvegia e Liechtenstein.

Come dice Orange, il resto delle condizioni tariffarie che abbiamo menzionato vengono mantenuti senza apportare alcuna modifica. Ci sono altre tariffe in cui troveremo cambiamenti nella prossima settimana? Finora abbiamo visto solo una modifica apportata a queste tariffe prepagate, ma non dovremmo sorprenderci se verranno apportate altre modifiche.

Anche se abbiamo indicato i prezzi senza tasse, all’interno del sito Orange puoi trovare il costi indicati per penisola e le Isole Baleari con il 21% incluso, le Isole Canarie con l’IGIC del 7%, Ceuta con l’IPSI del 10% e Melilla con l’IPSI dell’8% incluso. Non vi resta che cliccare qui per consultare il file PDF che l’operatore ha appena caricato sul suo sito e che vi permette di conoscere i costi che adesso comportano tutte le chiamate con queste modifiche alle tariffe prepagate Holiday Pass 5 e Holiday Pass 15.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La nuova riforma fiscale cercherà risorse aggiuntive: MinHacienda
NEXT “Israele”. Il servizio militare obbligatorio è esteso a tre anni