Tagliafico con Olé: dall’autocritica alla valutazione di essere in semifinale :: Olé

Tagliafico con Olé: dall’autocritica alla valutazione di essere in semifinale :: Olé
Tagliafico con Olé: dall’autocritica alla valutazione di essere in semifinale :: Olé

07/07/2024 11:45.

Nicolás Tagliafico non ha titoli di riferimento né storici, ma quando si guarda il suo curriculum in Nazionale viene da chiedersi perché non potesse essere considerato tale. lArrivò nella proprietà dell’Ezeiza quando aveva appena 15 anni e fece tutti gli Inferiores con la maglia dell’Argentina: Under 15, Under 17 e Mondiale Under 20 del 2011 Dopo tutti quegli allenamenti, è stato difficile per lui raggiungere la Major League, ma quando ci è riuscito si è guadagnato il posto.

Il mancino del Lione, che compirà 32 anni ad agosto, lotta sempre per il posto con l’Huevo Acuña, ma non ha mai mancato una convocazione negli ultimi sette anni. E’ un punto fermo della Nazionale fin dall’inizio del ciclo Scaloni, anche se il suo esordio è stato con la Sampaoli, nel 2017, e poi ha preso parte al dimenticabile Mondiale di Russia. Ma con Lionel DT la sua performance è sempre stata con la freccia verso il traguardo, come momento culminante, giocando la semifinale e la finale della Coppa del Mondo 2022.

Sta gareggiando alla sua terza Copa América e ha già tre medaglie al collo, quella del Maracanazo, della Finallísima e, ovviamente, quella del Qatar. Nico punta di più ed è per questo che è interessante osservare i suoi pensieri, cosa pensa di quanto accaduto alla Nazionale nei quarti di finale di Houston. “E’ stata una partita dura, normale: un quarto di finale. Essendo un po’ autocritici, non troviamo le condizioni che di solito abbiamoSenza entrare nei dettagli del campo di gioco, penso che ci sia mancata un po’ più di forza di gioco, di associazioni, ma l’importante è che siamo andati avanti”, ha detto Olè.

In Nazionale è chiaro a tutti che una prestazione come quella di Ecuador perché le mani magiche di Dibu Martínez non sempre appariranno. “È importante correggere le cose che dobbiamo correggere, usarlo come esperienza e lavorare sodo come facciamo da molto tempo. Il calcio ha queste cose, a volte vinci, a volte perdi. Questa volta dovevamo qualificarci e dare il massimo per quello che verrà”, ha detto prima della prossima partita contro il Canada, martedì prossimo alle 21, nel New Jersey.

Al di là dell’autocritica e della consapevolezza che la squadra deve ritornare al suo livello di gioco, Taglia ha sottolineato un fatto importante che la squadra ha fatto contro l’Ecuador. “Non sempre si può giocare bene, ma quello che dobbiamo valorizzare qui è che in queste partite così, soffrendo, si va avanti. Ed è anche la cosa più importante”, ha detto l’uomo uscito dal Banfield, che poi si è stabilito nell’Independiente per emigrare in Europa, dove ha giocato per l’Ajax e ora ha trascorso un paio di stagioni in Ligue 1.

Non solo Casa Martinez Godetevi questo incredibile momento di idolatria, così come i vostri compagni. E Tagliafico Lancia fiori al portiere dell’Aston Villa. “L’aura è intatta, è piena di fiducia, con quella mentalità vincente che lo rende grande ed eroe come le altre volte”, disse. Ma Nico sottolinea anche il valore emotivo del gruppo: “Credo che alla fine il gruppo raggiunga ciò che ottiene grazie a quello che è come gruppo. “Andiamo tutti avanti, andiamo tutti nella stessa direzione e alla fine questo genera quella positività che ti aiuta ad andare avanti in queste partite”.

Tagliafico sogna una nuova finale in carriera. “Sapevamo che questa (per l’Ecuador) sarebbe stata la partita chiaveperché se vinci puoi arrivare fino all’ultima giornata della competizione e questo genera sempre fiducia,” ha detto il terzino che ha iniziato contro il Canada come sostituto, ma poi è subentrato alla squadra a causa delle sue condizioni e perché Huevo Acuña si è infortunato nella seconda partita contro il Cile, quando lo ha sostituito allo scadere.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Nel porto di Tarifa vengono installate barriere artificiali per monitorare le specie esotiche ·
NEXT Il Messico condanna l’attacco missilistico contro un ospedale pediatrico in Ucraina