C’è stato un torneo di trick nella Nazionale argentina: “Una stella in più”

C’è stato un torneo di trick nella Nazionale argentina: “Una stella in più”
C’è stato un torneo di trick nella Nazionale argentina: “Una stella in più”

Presente

Come di consueto, nel concentramento albiceleste si è svolto un campionato a carte e la coppia vincitrice si è aggiudicata il titolo.

Di Luca Torres

07/07/2024 – 12:51hs ART

© InstagramIl girone della Nazionale Argentina.

Tra le tante cose che risaltano durante tutto il ciclo di Lionel Scaloni come allenatore della Nazionale Argentina È l’unione del gruppo che ha avuto la responsabilità di sostituire generazionalmente una cucciolata che aveva subito risultati negativi in ​​finale. Oggi le concentrazioni irradiano gioia e cameratismo, soprattutto grazie alle attività che svolgono al chiuso.

Il trucco logicamente non poteva mancare. Come nel Mondiale del Qatar, la squadra dell’Albiceleste ha giocato ancora una volta un torneo di carte rimanendo negli Stati Uniti per la Copa América e Il duo formato da Lionel Messi e Rodrigo De Paul ha gridato ancora una volta campioni.

“I proprietari del gioco. un’altra stella. Champions”, ha scritto il centrocampista dell’Atlético Madrid in una delle pubblicazioni realizzate sui suoi social insieme ad una foto con il capitano della Nazionale dopo la consacrazione nuovamente nel campionato interno. Una sana abitudine a questo punto.

Il trucco, insieme al mate, sembra essere l’attività più ricorrente di un gruppo che conta sempre i giorni che mancano al ritrovarsi mentre sono nei rispettivi club per tutta la stagione. L’aneddoto di Cuti Romero prima dell’esordio in Qatar contro l’Arabia Saudita aiuta a capire come questo gioco di carte li mantenga competitivi e uniti nel bel mezzo di un torneo con la Nazionale.

“Il giorno dell’esordio ai Mondiali è stato il primo in cui mi sono alzato presto per l’ansia, erano le 8 del mattino come non mai. Quando sono uscito nel corridoio, la prima persona che ho incontrato è stato Rodri (De Paul) e mi ha detto che neanche lui riusciva a dormire. Alla fine abbiamo giocato un trucco corpo a corpo“Non ricordo chi vinse ma probabilmente fui io”, ricordava il difensore pochi mesi dopo la consacrazione in Qatar.

Dibu Martínez è stato un altro dei tanti giocatori della squadra che hanno parlato di questa attività, classificando Juan Musso come “il più grande bugiardo” piace già a Leo Messi “quello che flirta di più” con le carte. “È incredibile, due o tre volte ha ottenuto 33 nell’ultima mano. Per me corrispondevano al 100%. Sicuramente Rodrigo (De Paul) e Paredes”, ha rivelato ridendo.

Ai Mondiali del Qatar, secondo Nicolás Tagliafico, Chiqui Tapia ha vinto il premio più importante e la coppia Messi-De Paul è stata eliminata prima del previsto, quindi l’interesse generale per il torneo stava diminuendo. Tra tanti aneddoti e cavilli, l’unica cosa chiara è che il trucco rientra tra le usanze più apprezzate dalla Nazionale argentina.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Design innovativi e pratiche sostenibili
NEXT Trend alert: il jeans di Antonela Roccuzzo per incoraggiare la Nazionale e che tutti vogliono