Sono sotto processo gli arrestati per aver collaborato ad un tentativo di evasione dal carcere di Ibiza

Sono sotto processo gli arrestati per aver collaborato ad un tentativo di evasione dal carcere di Ibiza
Sono sotto processo gli arrestati per aver collaborato ad un tentativo di evasione dal carcere di Ibiza

I due arrestati per aver collaborato ad un tentativo di fuga dal carcere di Ibiza lo scorso ottobre saranno processati questo lunedì presso il Tribunale provinciale, per un presunto reato di traffico di droga.

Il pezzo deriva direttamente dall’assalto al furgone della Guardia Civil, poiché la droga è stata rinvenuta durante una perquisizione domiciliare dopo che i due giovani, inglesi, di 24 e 28 anni, erano stati arrestati per aver collaborato al tentativo di fuga.

Gli investigatori ritengono che gli imputati fornissero sostanze stupefacenti da almeno un mese, utilizzando come ‘asilo nido’ una delle loro case, un magazzino affittato e un container di una società di magazzini.

In questi punti sono stati sequestrati diversi quantitativi di ketamina, hashish, cocaina ed MDMA, per un valore di oltre 237.000 euro, oltre a contanti (oltre 70.000 euro, 8.800 sterline e 520 dollari americani).

Per ciascuno di loro il pubblico ministero chiede otto anni di reclusione e una multa di 945mila euro. Entrambi gli imputati si trovano in carcere provvisorio da ottobre.

ASSALTO A UN FURGONE DELLA GUARDIA CIVILE

L’evasione frustrata è avvenuta il 9 ottobre, quando due uomini armati incappucciati – presumibilmente i due giovani britannici – hanno intercettato un furgone ufficiale della Guardia Civil che trasportava un prigioniero in gita medica.

I due uomini incappucciati hanno bloccato la strada al veicolo dell’ufficiale con un Suv, ne è nata una colluttazione e sebbene il condannato sia riuscito momentaneamente a liberarsi, alla fine è stato nuovamente intercettato.

La mattina seguente i vigili del fuoco hanno spento l’incendio a bordo di un veicolo con le stesse caratteristiche di quello utilizzato nell’assalto. L’auto era parcheggiata vicino ad alcuni pannelli fotovoltaici sul Camino Viejo de Sant Mateu.

Il detenuto è un cittadino britannico detenuto a Ibiza nell’ambito di vari mandati di perquisizione e arresto internazionali. Secondo fonti vicine al processo, si tratterebbe di una figura importante in una rete britannica di narcotraffico.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV FORMULA 1: QUANDO È STATA L’ULTIMA STAGIONE CON SEI VINCITORI DIVERSI?
NEXT Lo scandalo della doppia vita di Kyle Walker complica la sicurezza dell’Inghilterra in vista della finale di Coppa dei Campioni