Chiave fiscale: Computo della prescrizione in materia fiscale

Il Codice delle norme e delle procedure tributarie (CNPT), all’articolo 53, stabilisce quali saranno i presupposti che producono un’interruzione della prescrizione; Tuttavia, l’applicazione di tale articolo ha generato numerose differenze tra i contribuenti e l’Amministrazione Finanziaria.

Per comprendere la questione è necessario ricordare che il termine di prescrizione in materia fiscale, come regola generale, è di quattro anni. Cioè, l’autorità fiscale avrà questo periodo per verificare che i contribuenti abbiano dichiarato e pagato correttamente le imposte corrispondenti a ciascun caso specifico.

Trascorso tale termine e senza che l’Amministrazione finanziaria non abbia avviato un formale processo di ispezione, viene precluso il potere giuridico di effettuare la verifica fiscale e, di conseguenza, le imposte non tempestivamente pagate non potranno essere riscosse.

Ora, quando inizia il procedimento ispettivo, devono essere rispettate le fasi previste dalla legge, che comportano l’interruzione della prescrizione; Di conseguenza, entro un termine di quattro anni, il suo calcolo ricomincia prima di ciascuna delle fasi procedurali determinate dall’articolo 53 del CNPT.

STATO: Verifica fattura elettronica

Tuttavia, in più occasioni l’Amministrazione Finanziaria ha commesso irregolarità nelle procedure ispettive, rendendo necessario dichiarare la nullità degli atti erroneamente emessi e ordinare la rettifica dei vizi per evitare gravi lesioni ai diritti dei contribuenti.

In tal caso, la nullità degli atti dell’Amministrazione finanziaria dovrebbe comportare anche la nullità degli effetti di interruzione della prescrizione; Purtroppo l’Amministrazione finanziaria non condivide questa posizione.

Ciò ha comportato, in diversi casi specifici, l’effettuazione di ritrattamenti e l’interminabilità delle procedure, consumando una grande quantità di tempo e risorse a scapito dei contribuenti e dello stesso fisco.

La questione dovrebbe essere oggetto di un’analisi approfondita da parte delle autorità per evitare che vengano rielaborati e pregiudicati i diritti fondamentali della certezza giuridica e di una giustizia rapida e completa, così importanti per lo sviluppo del Costa Rica.

Fabio Salas, Partner fiscale e legale di Deloitte Costa Rica. (Per gentile concessione di Deloitte)

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV tra risultati, sfide e Donald Trump
NEXT Gli attimi di panico durante il fatale incendio di Latina in cui sono morte 2 persone