Yacht Tango | L’FBI offre un milione di dollari per individuare il sospetto

Yacht Tango | L’FBI offre un milione di dollari per individuare il sospetto
Yacht Tango | L’FBI offre un milione di dollari per individuare il sospetto

L’FBI offre a ricompensa di un milione di dollari a chiunque fornisca informazioni su Vladislav Osipov, al quale attribuisce un ruolo chiave nel nascondere lo yacht Tango, bloccato a Maiorca per più di due anni dalle sanzioni statunitensi contro il suo proprietario, l’oligarca russo Viktor Vekselberg.

L’agenzia federale mette in guardia contro Osipov nel poster diffuso in rete: «Hai dei legami o puoi visitare Maiorca». Anche in Svizzera e Russia. È accusato dei reati di frode bancaria, riciclaggio di denaro e associazione a delinquere finalizzata alla frode negli Stati Uniti. La ricompensa è firmata dall’ufficio di Minneapolis. Osipov, secondo l’FBI, è uno stretto collaboratore di Vekselberg. Il ruolo che gli viene attribuito è quello di ideatore di un complotto commerciale per mantenere operativo Tango nonostante fosse bersaglio delle sanzioni statunitensi dal 2014, nel primo pacchetto di blocchi dei beni degli oligarchi vicini al presidente russo Vladimir Putin, per l’invasione russa della Crimea.

Da allora, le autorità federali lo sostengono Osipov diede a Tango una struttura aziendale per nascondere che il proprietario era Vekselberg ed essere in grado di deviare fondi anche attraverso entità bancarie statunitensi. Avrebbe addirittura cambiato il nome della barca da Tango a Fanta per aggirare i comandi. Il caso, condotto da un tribunale federale in Colombia, è ad un punto morto: all’inizio dello scorso anno un uomo d’affari residente a Maiorca è stato arrestato per atti simili, ma il Tribunale nazionale ha rifiutato di estradarlo negli Stati Uniti, ritenendo che il i comportamenti commessi contro di lui attribuiti non costituivano un crimine in Spagna.

Dopo il fallimento dell’estradizione, il tribunale della Columbia ha deciso di ritirare le accuse contro l’uomo d’affari britannico. Così, l’altro sospettato legato allo yacht e alle manovre per evitare che cadesse nelle mani degli americani è Osipov, che oltre a quella russa ha la nazionalità svizzera.

La nota

Gli Stati Uniti finanziano la manutenzione della nave da due anni

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Il primo autotrapianto di utero in Spagna preserva la capacità di gravidanza dopo il cancro | salute e benessere
NEXT Necaxa vs Monterrey in diretta minuto per minuto oggi