López Obrador e Sheinbaum inaugurano il primo distretto di irrigazione gestito dagli indigeni

López Obrador e Sheinbaum inaugurano il primo distretto di irrigazione gestito dagli indigeni
López Obrador e Sheinbaum inaugurano il primo distretto di irrigazione gestito dagli indigeni

Hermosillo.- Il presidente messicano, Andrés Manuel López Obrador, e il suo successore, Claudia Sheinbaum, hanno inaugurato questa domenica, durante la loro visita congiunta nel nord del Messico, il primo distretto di irrigazione agricola che sarà gestito interamente da una comunità indigena.

I politici hanno assistito alla creazione del distretto di irrigazione 018 del popolo Yaqui, che vive tra i comuni di Cajeme, Bácum e Guaymas a Sonora, entità di confine con l’Arizona, negli Stati Uniti.

Il governo del Messico ha investito 9.546 milioni di pesos (circa 523 milioni di dollari) a beneficio di 42.200 indigeni e per irrigare 61.223 ettari di colture che serviranno a generare lavoro e cibo.

Durante l’evento, il presidente eletto ha firmato, insieme a López Obrador, un decreto per restituire 12.978 ettari al territorio indigeno Yaqui a cui si aggiungono 45.000 ettari restituiti dallo Stato.

“Mai più un Messico senza i suoi popoli indigeni, mai più un Messico che rinnega le proprie radici, mai più un Messico che non riesce a realizzare la giustizia per nessun messicano. “Lunga vita al popolo Yaqui e ai popoli indigeni!”, ha detto Sheinbaum, che entrerà in carica il 1° ottobre.

Nel frattempo, López Obrador ha incontrato la Guardia Tradizionale e i governatori degli Otto Comuni che compongono la Nazione Yaqui, ai quali ha ricordato che nella storia moderna del Messico, una donna non ha mai governato.

Ma ha affermato che ci sono documenti storici dell’era preispanica secondo cui tra i popoli nativi, prima dell’arrivo degli europei, c’erano nazioni indigene nel sud-est del Messico governate da donne come a Campeche, Yucatán e Palenque, con la Regina.

“Ora, 200 anni dopo l’Indipendenza, più altri 300 anni del periodo coloniale, per la prima volta abbiamo l’enorme gioia di poter confermare, di poter vivere per dire che il Messico avrà un presidente donna”, ha dichiarato il presidente.

La nazione Yaqui è composta da otto città dove vivono più di 1.000 famiglie indigene le cui principali attività economiche sono l’allevamento, l’agricoltura e la pesca.

Aarón Mastache Mondragón, vicedirettore generale delle Infrastrutture Idro-Agricole, ha ricordato che in Messico esistono 88 distretti irrigui, ma solo quello inaugurato ha la caratteristica che sarà gestito interamente dai membri della Nazione Yaqui.

Nel loro quarto tour congiunto dopo la vittoria elettorale del 2 giugno, López Obrador e Sheinbaum si sono concentrati sulle rivendicazioni dei popoli indigeni del Messico, dove, secondo l’ultimo censimento ufficiale, si identificano come tali più di 23 milioni di persone su un totale di 126 milioni di abitanti .

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Albares afferma che la Spagna non è favorevole al “boicottaggio” della presidenza ungherese del Consiglio dell’Ue
NEXT Víctor Sandoval rivela cosa ha rubato quando il Tesoro gli ha sequestrato il conto: “Non hai soldi…”