Pyongyang alza la voce contro Seoul nel 30esimo anniversario della morte di Kim Il-sung

Seul, 8 lug. (EFE).- La propaganda nordcoreana ha elogiato questo lunedì la figura del fondatore del Paese, Kim Il-sung, in occasione del 30esimo anniversario della sua morte e ha pubblicato anche un editoriale firmato dalla sorella dell’attuale leader. , Kim Jong-un, condannando le recenti manovre militari del Sud.

Il quotidiano Rodong, il principale quotidiano del Paese, ha pubblicato oggi diversi articoli che elogiano gli scritti e la carriera politica di Kim Il-sung e notizie sulle visite che i nordcoreani hanno compiuto alle statue di Kim e di suo figlio, Kim Jong-il, secondo leader. della Corea del Nord fino alla sua morte avvenuta nel 2011, che sono sparse in tutto il Paese per rendere omaggio alla sua figura.

Rodong e l’agenzia KCNA hanno sottolineato anche le spedizioni di cesti floreali da parte di associazioni amichevoli del partito unico nordcoreano provenienti da diversi paesi, o il messaggio inviato a Kim Jong-un, nipote del fondatore del paese, dal presidente siriano Bashar al Assad.

Il messaggio da Damasco sottolinea che Kim “ha guidato la lotta per la liberazione del suo Paese e l’impresa di costruire una nazione forte, oltre a sostenere i movimenti di liberazione nazionale e le forze antimperialiste su scala globale”.

Entrambi i media hanno pubblicato anche un editoriale firmato da Kim Yo-jong, sorella dell’attuale leader e vicedirettrice del Dipartimento di Propaganda e Agitazione del Partito dei Lavoratori, in cui condanna duramente la ripresa delle manovre a fuoco vivo da parte dell’esercito sudcoreano. vicino al confine.

Nelle ultime settimane, Seoul ha deciso di riprendere queste esercitazioni dopo aver deciso il 4 giugno di sospendere il trattato firmato con il Nord nel 2018 in risposta alle recenti spedizioni di palloncini contenenti spazzatura e ai tentativi di interferire con il sistema GPS del regime da Pyongyang.

Kim ritiene che queste esercitazioni “non siano altro che un’imperdonabile ed esplicita provocazione che aggrava la situazione” nella penisola.

Ha inoltre aggiunto che la situazione regionale “sta per esplodere a causa delle varie esercitazioni belliche degli Stati Uniti e di altre forze ostili, nonché per l’incessante dispiegamento dei loro moderni macchinari bellici”, riferendosi a “Freedom Edge”, il primo progetto congiunto multi-dominio esercitazione di Washington, Seul e Tokyo che si è svolta due settimane fa vicino all’isola sudcoreana di Jeju e alla quale ha partecipato una portaerei del Pentagono.

Negli ultimi cinque anni i rapporti tra le due Coree sono progressivamente peggiorati, con Pyongyang che ha voltato le spalle alle nuove proposte di dialogo, sia di Seoul che di Washington.

Oltre a dichiarare il Sud come il “principale nemico”, Pyongyang ha rafforzato notevolmente nell’ultimo anno i suoi rapporti con la Russia, con la quale ha recentemente firmato un’alleanza strategica che prevede l’assistenza reciproca in caso di attacco.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Progetto delle Nazioni Unite per lo smaltimento dei rifiuti chimici
NEXT L’Agenzia delle Baleari per l’Acqua investirà 7,8 milioni di euro nell’espansione e nel miglioramento dell’impianto di depurazione di Portocolom