Google dice addio al suo scanner PDF: qual è la nuova opzione

Questa app è stata molto utile in diversi ambienti educativi e lavorativi. (Foto: REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione)

Google ha annunciato che eliminerà la sua applicazione Stack: PDF Scanner il 23 settembre 2024. Questa decisione deriva dall’integrazione della funzionalità di scansione e gestione dei documenti direttamente in Google Drive, il che rende superflua l’esistenza di Stack come applicazione autonoma.

Il motivo principale dell’eliminazione di Stack è che secondo Google si vuole semplificare e unificare i propri servizi. L’integrazione delle funzionalità di scansione in Google Drive semplifica l’esperienza dell’utente, consentendo di coprire tutte le esigenze di archiviazione e gestione dei documenti in un’unica app.

Poiché Google Drive è già un’applicazione ampiamente utilizzata e conosciuta, Questa decisione mira a ridurre la frammentazione e migliorare l’usabilità complessiva per l’utente finale.

Stack era un’app indipendente che consentiva l’organizzazione dei documenti. (Foto: pila)

In precedenza, Google aveva lanciato l’app Stack: PDF Scanner per facilitare la digitalizzazione e l’organizzazione dei documenti. L’app consentiva agli utenti di scansionare documenti fisici utilizzando la fotocamera del proprio dispositivo mobile e archiviarli in formato PDF.

Inoltre, offriva funzioni di categorizzazione automatica e un efficiente sistema di ricerca basato sull’intelligenza artificiale, rendendo facile e veloce la ricerca dei documenti scansionati.

Con questa notizia e garantendo che gli attuali utenti di Stack non vengano danneggiati, Google ha affermato che la transizione dei documenti è un processo semplice. Gli utenti devono aprire l’app Stack ed eseguire questi passaggi:

  1. Vai alla sezione “Conto”.
  2. Seleziona “Impostazioni”.
  3. Scegli “Esporta tutti i documenti su Drive”.

Selezionando questa opzione, tutti i file archiviati in Stack verranno automaticamente trasferiti nella sezione “Il mio Drive” di Google Drive. Ciò garantisce che i documenti non andranno persi e saranno accessibili su una piattaforma che gli utenti probabilmente già utilizzano per altri scopi educativi e lavorativi.

Google Drive offre più funzionalità per gli utenti. (Foto: Europa Press)

Insieme a questa opzione di trasferimento collettivo, Google consente anche agli utenti di esportare documenti individualmente. Per fare ciò, devono aprire il documento desiderato nell’applicazione Stack, selezionare l’opzione “Condividi” e scegliere Google Drive come destinazione.

Ciò offre maggiore flessibilità a coloro che desiderano organizzare i propri documenti in modo più personalizzato durante la transizione.

Google ha riferito di voler unificare tutte le sue funzioni. (Foto: REUTERS/Steve Marcus/foto del file)

È fondamentale sottolineare che Stack: PDF Scanner continuerà a funzionare in tutti i mercati in cui è attualmente disponibile fino alla scadenza del 23 settembre 2024. Google ha anche pubblicato una guida dettagliata sul proprio sito Web per aiutare gli utenti in questo processo.

Ciò offre agli utenti molto tempo per pianificare ed eseguire il trasferimento dei propri documenti senza fretta. Google ha adottato questa misura per garantire che la migrazione avvenga il più agevolmente possibile e che nessun utente venga influenzato negativamente dalla rimozione del servizio.

Per coloro che utilizzano ancora Stack, si consiglia di iniziare la transizione dei documenti il ​​prima possibile. Garantire che tutti i file importanti vengano trasferiti correttamente su Google Drive eviterà potenziali intoppi in prossimità della scadenza.

Gli utenti possono continuare a usufruire degli strumenti Google. (Foto: Freepik)

La rimozione di Stack potrebbe essere vista come un cambiamento dirompente per alcuni utenti che apprezzavano le funzionalità uniche dell’app.

Tuttavia, il passaggio a Google Drive non solo consentirà agli utenti di mantenere l’accesso a queste funzionalità, ma fornirà loro anche ulteriori vantaggi, come una maggiore capacità di archiviazione e un’integrazione più fluida con altri servizi Google.

Questa strategia mira non solo ad avvantaggiare le aziende, che possono ridurre i costi operativi e ottimizzare le risorse, ma anche gli utenti, che godono di un’esperienza unificata e più coerente.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Una scoperta cruciale nel DNA potrebbe aiutare a curare uno dei tumori più mortali
NEXT Pagare! la richiesta disperata delle piccole aziende fornitrici di Wom. Scendono di nuovo in piazza