Un nuovo rapporto definisce il centro come la zona “più adatta” con un grande afflusso turistico

La società che analizza la realizzazione della zona ad alto turismo (ZGAT) a Cordoba ha pubblicato un nuovo rapporto in cui indica il quartiere centrale come la zona da proporre il governo andaluso per la delimitazione territoriale prima della sua attuazione. In un primo momento si era indicato che la nuova dichiarazione dovesse comprendere almeno tutta l’area del Patrimonio Mondiale, senza dimenticare che esistevano criteri tecnici validi affinché corrispondesse all’intero quartiere centrale.

In questo nuovo rapporto, preparato su richiesta della Commissione di monitoraggio della ZGAT riunitasi il 27 giugno, si difende già questa opzione, comprendendo che essa prevede maggiore certezza giuridica e perché risponde agli interessi commerciali, turistici e di consumo richiesti dalla presente dichiarazione.

In questo senso, e secondo lo studio realizzato da Lógica Plural Consultora, limitare la ZGAT al quartiere centrale rappresenta una difesa degli interessi commerciali favorendo le vendite nei periodi e nelle zone di maggior afflusso turistico, senza dimenticare che corrisponde a itinerari commerciali consolidati dai visitatori che giungono in città. Allo stesso tempo, secondo lo stesso rapporto, è l’area in cui si trovano le principali catene commerciali, che fanno parte anche dello spazio denominato Centro Commerciale Open Center, motivo per cui contempla i diversi modelli di imprese all’interno dell’area designata. zona, senza discriminazioni.

Per quanto riguarda la difesa degli interessi turistici, il quartiere centrale ospita il 79% dell’offerta alberghiera della città e una buona parte degli appartamenti turistici, il che garantisce che i visitatori possano beneficiare della ZGAT. E rispetto ai consumatori, la proposta delimitata al quartiere centrale rappresenta un miglioramento del servizio reso loro, autorizzando orari di apertura più lunghi nelle zone e nei periodi dell’anno in cui si registra un aumento della popolazione.

L’area delimitata

Si definisce quartiere centrale il territorio compreso tra le seguenti strade: Avenida del Corregidor, Avenida de Vallellano, Paseo de la Victoria, Avenida de Cervantes, Avenida de América (dai giardini dell’Agricoltura al parcheggio del Consiglio Provinciale), Avenida de los Piconeros, Avenida de los Almogávares, via Ronda del Marrubial, Avenida Barcelona, ​​Avenida Libia (dall’angolo con Avenida Barcelona fino a Via Campo Madre de Dios), Via Campo Madre de Dios, Via Ronda de los Mártires, Paseo de la Ribera, Ronda de Isasa e Avenida Alcázar.

Queste nuove considerazioni in materia di delimitazione territoriale saranno affrontate in una prossima riunione della commissione di monitoraggio, formata da agenti sociali ed economici e da tutti i gruppi comunali. Attualmente il suo ambito territoriale di applicazione è l’intero territorio comunale di Córdoba.

Ciò che viene mantenuto è la proposta iniziale che il rapporto ha fatto riguardo alla delimitazione temporale dopo aver analizzato l’impatto che l’ampliamento della ZGAT ha avuto sulla città, un rapporto che mira valutare la delimitazione attuale per verificare se è opportuno o se la situazione richiede una nuova richiesta alla Junta de Andalucía da parte del Consiglio Comunale.

Vengono quindi proposti i tre mesi considerati come periodo di grande afflusso turistico, che sarebbero aprile, maggio e ottobre. Poiché la legge consente allo stesso ZGAT di includere più di un termine di prescrizione, lo è anche includerebbe la Settimana Santa, dalla Domenica delle Palme alla Domenica di Pasqua, entrambe comprese. Attualmente si opera anche a settembre, mese che non sarebbe più contemplato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Nasce a Cambrils un’associazione per le persone con autismo
NEXT Palworld: dove trovare e catturare Bushy Noct (posizione, drop e come allevare)