Un arrestato e uno identificato per due violenze sessuali a Polinyà

Un arrestato e uno identificato per due violenze sessuali a Polinyà
Un arrestato e uno identificato per due violenze sessuali a Polinyà

I Mosso d’Esquadra stanno svolgendo entrambe le indagini e la Polizia Locale si è messa a disposizione.

L’auto di Mossos d’Esquadra in un’immagine d’archivio

Possedere

Una persona è stata arrestata e un’altra identificata per due aggressioni sessuali avvenute questa mattina a Polinyà (Vallès Occidental), secondo il consiglio comunale del comune.

La Giunta segnala che i Mossos d’Esquadra stanno svolgendo entrambe le indagini e che la Polizia Locale si è messa a loro disposizione.

L’Amministrazione Comunale chiede ai cittadini di non favorire la circolazione di informazioni false

Alla luce di questi eventi, la squadra del governo municipale ha espresso la condanna “più assoluta” di tutti i tipi di aggressioni sessuali e ha mostrato “sostegno e solidarietà” alle vittime, alle famiglie e alle persone a loro vicine. “La violenza sessuale contro le donne è un problema grave e collettivo che deve essere affrontato dalla società nel suo insieme”, aggiunge il Consiglio.

Il Consiglio Comunale chiede inoltre “rispetto” della privacy delle vittime e chiede ai cittadini di non favorire la circolazione di informazioni false. Allo stesso modo, si afferma che il comune “non tollera alcun tipo di violenza sessuale” e indica che il governo municipale “continuerà a lavorare, fianco a fianco con l’intera società, per sradicarlo”.

Mostra commenti

{“allowComment”:”allowed”,”articleId”:”article-9790649″,”url”:”https:\/\/admin.lavanguardia.com\/view\/local\/sabadell\/20240708\/9790649 \/detenuto-identificato-due-aggressioni-sessuali-madrugada-polinya.html”,”livefyre-url”:”article-9790649″}

Caricamento del contenuto successivo…

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Sette studenti di Caldas fanno domanda per il programma di scambio scientifico Sakura 2024 in Giappone
NEXT La Red Bull Bragantino riceve l’Atlético nel tentativo di avvicinarsi al G-6