L’incredibile salto di oltre 2 metri di un atleta per battere un record storico che fa il giro del mondo

Yaroslava Mahuchikh ha battuto il record mondiale di salto in alto

L’ucraina Yaroslava Mahuchikh è entrata nella storia dell’atletica leggera dopo aver superato la mitica barriera dei 2,10 metri nel salto in alto durante Incontro di Parigil’ottavo evento della stagione della Diamond League.

A soli 22 anni, L’ucraina ha superato il record della bulgara Stefka Kostadinova, che deteneva il record del mondo femminile dal 1987 (2,09 metri). L’evento si è svolto presso il Stadio Charlétydove Mahuchikh ha realizzato l’impresa al primo tentativo, suscitando la sua gioia e quella degli spettatori che hanno assistito a un nuovo record nella storia dell’atletica leggera.

Mahuchikh, che ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Tokyo 2020 ed è stata incoronata campionessa ai Mondiali di Budapest lo scorso anno, ha iniziato la sua partecipazione alla competizione di Parigi superando l’asticella. 1,92 metri al primo tentativo. Successivamente, ci sono voluti due tentativi per superare 1,95 metri, ma ha continuato a salire senza grossi problemi. Quando l’asticella è stata alzata 1,98 metriMahuchikh è saltato di nuovo al primo tentativo, mostrando una consistenza impressionante.

Il momento clou della competizione è arrivato quando l’ucraino è riuscito a superare la barriera dei 2 metri (2,01 e 2,03). Con questi salti è rimasta sola dopo i tre fallimenti dell’australiano Nicola Olislagers, il suo più grande rivale della giornata. Da lì Mahuchikh ha accettato la sfida di superare i 2,07 metri, un centimetro in più del suo record personale, ottenuto al secondo tentativo con un certo margine, come riporta il sito ufficiale della Atletica mondialela federazione internazionale di atletica leggera.

Confronto del salto di Kostadinova con il nuovo record di Mahuchikh

È stato allora che Mahuchikh si è trovata di fronte all’occasione storica di lasciare dietro di sé il segno raggiunto dalla bulgara Kostadinova: ha chiesto che l’asta venisse alzata a 2,10 metri e si preparasse per il salto finale. Nel suo primo tentativo, ha superato l’asticella inarcando il suo corpo allampanato di 1,80 metri con una tecnica impeccabile. lasciarsi alle spalle i record dello svedese Kajsa Bergqvist e il croato Blanka Vlašić (entrambi sono riusciti a saltare 2.08).

“Entrando in questa competizione, avevo la sensazione che avrei potuto saltare 2,07 metri e forse 2,10. Finalmente ho iscritto l’Ucraina nella storia dell’atletica mondiale”ha dichiarato Mahuchikh in pista dopo aver raggiunto il nuovo record del mondo.

Va ricordato che il record di Kostadinova, stabilito ai Campionati del Mondo IAAF (oggi Mondiale di Atletica Leggera) di Roma nel 1987, è rimasto imbattuto per quasi 37 anni, essendo uno dei record più lunghi nella storia dell’atletica femminile.

Mahuchikh è stata una figura di spicco nel salto in alto negli ultimi anni e, dopo la medaglia olimpica e il titolo mondiale, è riuscita a Parigi a rafforzare il suo status di una delle migliori saltatrici della storia. Il record dell’originaria dell’Ucraina non solo ha scritto il suo nome nei libri di storia, ma il suo salto allo stadio Charléty di Parigi è stato un’anticipazione di quello che vedremo nei prossimi giorni in Giochi Olimpici di Parigi 2024dove la nuova detentrice del record mondiale cercherà una nuova pietra miliare nella sua carriera.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Russia – Ucraina: un ospedale pediatrico tra i luoghi attaccati dalle bombe russe che fanno almeno 31 morti
NEXT Flick può ampliare il suo organico con Thiago Alcántara