Arico avvia uno studio di fattibilità per il suo inserimento nel settore audiovisivo

L’amministrazione di Qui ha tenuto il suo primo incontro con i leader del settore audiovisivo nel tentativo di integrare il comune nell’industria cinematografica e televisiva.

All’incontro, avvenuto martedì 2 luglio, hanno partecipato il sindaco Olivia Delgado; il terzo vicesindaco e assessore allo Sviluppo Locale, Eudelia Pestano; Rubén Zarauza, amministratore delegato e presidente del Cluster Audiovisivo delle Isole Canarie; Sebastián Álvarez, amministratore delegato di Volcano Films e vicepresidente del Cluster Audiovisivo delle Isole Canarie; e Genoveva Ayala, la sua responsabile audiovisiva.

Lo scopo principale dell’incontro era condurre uno studio per valutare la fattibilità e le opportunità dell’incorporazione Qui al settore audiovisivo, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo economico e culturale del Comune. Questa iniziativa mira a posizionare Qui come punto di riferimento nel settore audiovisivo, sfruttando le sue caratteristiche naturali e le sue potenzialità per diventare un ambiente ideale per produzioni cinematografiche e televisive.

Il sindaco Olivia Delgado ha sottolineato l’importanza di questo progetto per il comune. “Noi vogliamo Qui diventa un luogo di riferimento per il settore audiovisivo, generando nuove opportunità per i nostri cittadini. Qui “Ci sono tutte le condizioni per diventare un luogo importante per questo settore”, ha affermato.

Il terzo vicesindaco, Eudelia Pestano, ha invece sottolineato l’importanza del progetto. “È essenziale sfruttare tutte le opportunità che possono portare beneficio al nostro comune e contribuire allo sviluppo culturale ed educativo della nostra comunità”, ha sottolineato.

L’incontro si è concluso con l’impegno di tutte le parti a continuare ad avanzare nello studio e nello sviluppo di strategie per l’integrazione Qui nel settore audiovisivo.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Attenzione per evitare di rimanere vittime di truffe
NEXT Impacto Magazine affronterà una nuova Delibera di regolamentazione dei prezzi