Il racconto di una madre ucraina sull’orrore dell’attacco russo all’ospedale pediatrico di Kiev

KIEV.- In a attacco tragico e brutaleun missile russo ha colpito lunedì l’ospedale pediatrico Okhmatdyt di Kiev, uccidendo due persone e lasciandone 16 ferite. in uno dei peggiori attentati degli ultimi mesi. L’attacco, avvenuto intorno alle 10 (ora locale), ha lasciato gran parte dell’ospedale in rovina, con finestre esplose ed edifici crollati, e ha gettato la città in una profonda paura.

Qualche istante dopo l’impatto, Svitlana Kravchenko33 anni, si precipitò a proteggi il tuo bambino di due mesi che era in cura in ospedale, coprendolo con un panno per impedirgli di inalare polvere e detriti. “Abbiamo sentito l’esplosione e i detriti sono piovuti su di noi”, ha detto.

Il personale di emergenza e di soccorso, insieme a medici e altri, ripuliscono i detriti dall’edificio distrutto dell’ospedale pediatrico Ohmatdyt in seguito a un attacco missilistico russo nella capitale ucraina di Kiev l’8 luglio 2024. – Crediti: @ROMAN PILIPEY

Faceva paura. Non riuscivo a respirare. “Stavo cercando di coprirlo con questo panno in modo che potesse respirare”, ha detto con voce tremante mentre lasciava il rifugio antiaereo. Attorno a loro, squadre di soccorso, soldati e cittadini Formarono catene umane per rimuovere le macerie alla ricerca dei sopravvissuti.

L’attacco ha distrutto gran parte dell’ospedale, noto per eseguire circa 10.000 interventi chirurgici all’anno e per ospitare 600 bambini. La scena in ospedale era straziante: madri tremanti stringevano i loro bambini, mentre i medici feriti e storditi cercavano di comprendere l’entità della devastazione.

Assistenza medica a un bambino dopo gli attacchi missilistici russi sulla città, che hanno danneggiato e parzialmente distrutto l’ospedale clinico pediatrico di Okhmatdyt. – Crediti: @Aleksandr Gusev

Svitlana e suo marito Volodymir hanno assistito alla distruzione con il figlio in braccio, grati di essere sopravvissuti nonostante le lievi ferite. La sua macchina era stato sepolto sotto le maceriema la giovane famiglia si considera fortunata perché è sopravvissuta solo con pochi piccoli tagli.

I soccorritori stavano ancora cercando tra le macerie. Yevhenia Rojvargtuuno specialista in tossicologia di 55 anni Ha detto che tutti i suoi colleghi più prossimi erano vivi, ma non era sicura della sorte di coloro che potrebbero essere rimasti ai piani superiori.

Danni visibili in una strada nel luogo dell’attacco missilistico russo vicino alla stazione della metropolitana Lukianivska a Kiev, Ucraina, lunedì 8 luglio 2024. – Crediti: @Anton Shtuka

Rojvarg ha descritto l’esplosione come “estremamente potente”, facendo saltare finestre e porte e facendo cadere i mobili. Quando gli è stato chiesto se provasse rabbia, ha detto di no: “Forse esaurimento. E una tristezza molto profonda”, ha espresso con la speranza che la sofferenza finisca presto.

Presidente Volodimir Zelensky ha condannato l’attacco e ha affermato che la Russia ha lanciato più di 40 missili contro diverse città, provocando uno dei giorni più mortali della guerra finora quest’anno. In tutto il paese, almeno 29 persone sono state uccise nella serie di attacchi missilistici.

Nel frattempo, La comunità si è riunita in mezzo al dolore. Centinaia di vicini sono venuti all’ospedale con acqua e aiuto, cercando di consolare le persone colpite e di cercare i dispersi.

Il Servizio di Sicurezza dell’Ucraina (SBU) ha avviato un’indagine sui crimini di guerra, mentre continuano i tentativi di salvataggio tra le macerie, nella speranza di trovare altri sopravvissuti.

Agenzia Reuters

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Due mostre aprono al Museo Manuel Felguérez
NEXT L’applicazione con cui potrai sapere se hai preso una multa