Sono queste le ragioni dei due processi politici che minacciano il gabinetto di Noboa

Le ministre Gabriela Sommerfeld e Mónica Palencia dovranno affrontare la procedura di impeachment presso la Commissione di Vigilanza a maggioranza Correísta. Entrambi sono accusati di inosservanza dei doveri.

Su di esso si concentra l’ultimo episodio della lotta tra Esecutivo e Assemblea due processi politici che la Commissione di Vigilanza sta per iniziare. Questi i processi contro i ministri Gabriela Sommerfeld e Monica Palencia, che cercano di ottenere la sua censura e il suo licenziamento.

Entrambi i processi politici sono stati presentati dal Correismo nell’aprile 2024, dopo l’assalto all’ambasciata messicana a Quito, conclusosi con l’arresto dell’ex vicepresidente Jorge Glas. Ma il governo non si aspettava che il processo fosse così rapido.

Prima dei processi politici contro Sommerfeld e Palencia, la Commissione di Sorveglianza aveva in mente prevede tre procedimenti contro funzionari del governo di Guillermo Lasso: Sebastián Corral, ex segretario della Pubblica Amministrazione; Pablo Arosemena, ex ministro delle Finanze, e Andrea Montalvo, ex segretario dell’Istruzione superiore.

Ma in un calcolo politico, i deputati del Correismo e del PSC hanno ritirato le loro firme a sostegno di queste iniziative.

Per questo l’iter del processo a carico Campo estivo È in arrivo e dovrebbe durare circa un mese. E una volta terminato, il processo contro Palencia.

Entrambi i processi verranno portati avanti a Commissione di Vigilanza con maggioranza Correístadiretto dal membro dell’assemblea Pamela Aguirre.

Accuse contro Sommerfeld

Jahaira Urresta, deputato della Revolución Ciudadana, ha presentato il processo di impeachment contro la cancelliera Gabriela Sommerfeld.

Il legislatore accusa il ministro di violazione dei doveri perché il Governo “ha ordinato alla forza pubblica di irrompere e fare irruzione, senza previa autorizzazione, in una delegazione diplomatica”, l’Ambasciata del Messico, a Quito. Ciò, sostiene Urresta, è in contraddizione con l’articolo 22 della Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche.

La deputata aggiunge che le dichiarazioni di Sommerfeld dopo l’attentato all’ambasciata “costituiscono un precedente disastroso per il Paese, poiché nessuna norma citata dalla Cancelliera consente la irruzione e raid ad una missione diplomatica o consolare”.

Urresta accusa Sommerfeld, in particolare, di non aver rispettato l’articolo 416 della Costituzione, che dice che i rapporti dell’Ecuador con la comunità internazionale:

  • Sostiene la risoluzione pacifica delle controversie e dei conflitti internazionali, e rifiuta la minaccia o l’uso della forza per risolverli.
  • Riconosce il diritto internazionale come norma di condottae chiede la democratizzazione delle organizzazioni internazionali e l’equa partecipazione degli Stati al loro interno.

Inoltre, il deputato accusa il ministro di aver violato la Convenzione di Vienna, la Convenzione sulle relazioni diplomatiche, la Legge sul servizio estero, la Legge sulle immunità e il Codice penale globale.

Lo sottolinea anche Urresta altre due cause: il rifiuto di garantire un passaggio sicuro affinché Glas potesse lasciare l’ambasciata quando aveva già ricevuto asilo politico, e l’impasse diplomatica con la Russia generata dall’offerta di vendere materiale bellico di quel paese come presunto “rottame” agli Stati Uniti.

Questo processo è già stato qualificato, quindi fino al 16 luglio Sommerfeld deve inviare la sua risposta e le sue richieste prove e apparenze.

Il processo contro Palencia

Una volta che il processo di impeachment contro Sommerfeld passa dalla Commissione di Vigilanza alla Assemblea Plenariaquesto tavolo legislativo potrà proseguire con la proposta contro il ministro dell’Interno, Monica Palencia.

L’iniziativa è stata presentata dal deputato Leonardo Berrezueta, anch’egli della Revolución Ciudadana. E ha cinque cause per violazione dei doveri:

  • Il primo è lo stesso del processo contro Sommerfeld, e il suo centro è l'”invasione” dell’ambasciata messicana a Quito, e il suo impatto sulla relazioni internazionali dal paese.
  • Le “contraddizioni” del ministro riguardo al Piano Phoenix, come è nota la strategia di sicurezza promossa dal Governo. Questo piano è riservato e, sebbene Palencia lo abbia mostrato, il suo contenuto non è stato reso pubblico.
  • Le contraddizioni nelle cifre circa morti violente in Ecuador, che secondo il governo sono stati ridotti.
  • Trapela l’Alias Adolfo Macías aliasProblema“, leader dei Los Choneros, e Fabricio Colon Picomembro della banda narcoterrorista Los Lobos.

Secondo il deputato, il ministro Palencia non ha rispettato gli articoli della Costituzione, la Convenzione di Vienna, la Convenzione sull’asilo diplomatico e i decreti esecutivi.

Il Ministro Palencia sembrava addirittura convinto, in un’intervista con Carlos Vera, che non riuscirà a portare a termine il suo mandato. “Parto per l’impeachment, a quanto pare“, disse.

La risposta del Governo

Anche se il Governo ha espresso il suo rifiuto di questa mossa dell’Assemblea per portare avanti i processi politici di Sommerfeld e Palencia, il Vice Ministro Esteban Torres confida che non raggiungono i voti censurarli e respingerli.

Per censurare e destituire un ministro, l’Assemblea ha bisogno dei voti dei due terzi della Plenaria, cioè 92 voti. Questo è uno scenario complesso perché il La maggioranza dell’opposizione ammonta a circa 80.

Torres ha assicurato nella conferenza stampa dell’8 luglio 2024 che spera che i processi politici non ottengano il sostegno del movimento Construye. “Crediamo che ci sarà maggiore pressione su Construye perché ha dichiarato apertamente contro l’impunità. Sarebbe più complicato per loro votare a favore della censura del Cancelliere, per una questione che hanno anche difeso”, ha detto.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ministero della Salute: monitoraggio costante su Covid, aviaria e Dengue, la prevenzione è efficace
NEXT “Oggi mi sono svegliato felice e con una sensazione molto bella”