Il calo di Bitcoin potrebbe portare i titoli ETF in una zona di sconto

Il drammatico calo di Bitcoin (BTC) potrebbe offrire ai rialzisti buy-and-hold una rara opportunità di accaparrarsi azioni ETF BTC a prezzi stracciati.

Venerdì i prezzi spot di BTC sono scesi al minimo di quattro mesi, intorno a 53.500 dollari, mentre i mercati si preparavano a miliardi di dollari nell’imminente liquidazione di BTC da parte del governo tedesco e di Mt. Gox, l’exchange di criptovalute giapponese in bancarotta. I prezzi delle azioni dei principali ETF su BTC stanno già avvertendo la pressione. Se la volatilità del mercato continua, il che è probabile, potrebbero presto vendere a sconti interessanti.

Premi che scompaiono

Gli ETF Bitcoin, come Franklin Templeton Digital Holdings Trust (EZBC), VanEck Bitcoin Trust (HODL) e iShares Bitcoin Trust (IBIT), sono emersi come il nuovo gold standard per i detentori spot di BTC da quando i regolatori statunitensi hanno approvato i fondi negoziati in borsa nel Gennaio.

Ma le robuste protezioni degli investitori e i protocolli di sicurezza dei fondi hanno avuto un costo. Le azioni degli ETF BTC sono state scambiate a premi persistenti rispetto al valore patrimoniale netto (NAV) – il valore delle partecipazioni spot in BTC sottostanti di un fondo – sin dal loro inizio, mentre il capitale istituzionale si riversava nella nuova classe di asset della moda. All’inizio di luglio, le azioni dei cinque principali fondi Bitcoin venivano scambiate con un premio medio di quasi l’1%.

Gli ETF si affidano interamente a un gruppo selezionato di market maker professionisti chiamati “partecipanti autorizzati” per mantenere i prezzi delle azioni degli ETF in linea con il NAV sottostante del fondo. Sono gli unici trader autorizzati a scambiare e riscattare azioni ETF BTC con BTC spot e trarre profitto dagli spread di prezzo intraday. Per ora, solo una manciata di AP sono attrezzati per gestire il trading spot di BTC, rendendo le azioni ETF particolarmente vulnerabili alle forti oscillazioni dei prezzi nei mercati volatili.

Le vendite in corso in Germania e Mt. Gox minacciano di portare una pressione di vendita sostenuta per miliardi di dollari nei prossimi mesi. La conseguente volatilità e le maggiori oscillazioni dei prezzi degli ETF che ne conseguono potrebbero aprire interessanti opportunità di arbitraggio per i trader.

Nuove opportunità per gli ETF

I trader esperti di BTC non sono estranei ad approfittare degli sconti NAV. Alla fine del 2022, le azioni del Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), il pionieristico fondo Bitcoin, venivano scambiate con sconti prossimi al 50% rispetto al NAV a causa delle preoccupazioni degli investitori che il fondo, che all’epoca utilizzava una struttura di fondi meno liquida, non avrebbe mai ottenuto benefici normativi. approvazione per diventare un ETF.

I trader che hanno scommesso contro hanno ottenuto profitti senza precedenti da quella che era effettivamente una vendita di Bitcoin “compra uno, prendi uno gratis”. La richiesta dell’ETF di Grayscale è stata approvata a gennaio e GBTC ora viene scambiato con un premio dello 0,04%. Si dice che gli hedge fund, tra cui Fir Tree Partners e Hunting Hill, abbiano ottenuto sconti superiori al 40%.

Nuove opportunità

Se stai aspettando un’opportunità di arbitraggio delle dimensioni di Grayscale, non trattenere il respiro. È improbabile che le circostanze alla base del mega-spread GBTC si ripetano. L’approvazione normativa degli ETF su BTC ha notevolmente migliorato la liquidità nei mercati pubblici. Anche gli investitori istituzionali comprendono meglio la proposta di valore di BTC. I fondi Bitcoin hanno già registrato afflussi netti per 398 milioni di dollari dopo la svendita.

fe1d6ecf-2764-443e-8cb4-326a5bcb841f.jpg
Flussi settimanali di criptovaluta a partire dal 5 luglio 2024. Fonte: Coinshares

Ma opportunità significative possono ancora attendere i trader più astuti. A maggio, le azioni dell’ETF IBIT di BlackRock sono scese brevemente a uno sconto di quasi il 2% poiché gli investitori istituzionali hanno effettuato un ribilanciamento di fine mese in un mercato volatile. Altri fondi, tra cui FBTC, BITB e ARK 21Shares Bitcoin ETF (ARKB), sono stati scambiati contemporaneamente con sconti di quasi l’1,5%.

Con il governo tedesco e Mt.Gox che si preparano a vendere BTC per miliardi di dollari, la volatilità del mercato è garantita. Tieni d’occhio le opportunità di arbitraggio degli ETF di dimensioni simili nei prossimi mesi e presta particolare attenzione a EZBC, HODL e IBIT. Questi ETF, tutti sponsorizzati da gestori patrimoniali di alto livello, offrono forti sconti sulle commissioni di gestione, in alcuni casi rinunciando completamente alle commissioni fino al 2025.

I trader disposti a guardare oltre le acque turbolente di oggi possono trarne vantaggio. A parte la pressione di vendita, BTC è pronto per una ripresa rialzista prima della fine dell’anno, grazie agli incombenti tagli dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve e alle maggiori probabilità che Donald Trump prevalga nelle elezioni presidenziali di novembre negli Stati Uniti.

Ora è il momento di iniziare a cercare sconti.

Alex O’Donnell È redattore senior presso Cointelegraph. In precedenza ha fondato lo sviluppatore DeFi Umami Labs e ha lavorato per sette anni come giornalista finanziario presso Reuters, dove si è occupato di fusioni, acquisizioni e IPO. Guida anche la crescita della criptovaluta presso l’acceleratore di startup; Dojo esperto.

Questo articolo è a scopo informativo generale e non è inteso e non deve essere considerato una consulenza legale o di investimento. I punti di vista, le riflessioni e le opinioni qui espressi sono esclusivamente quelli dell’autore e non riflettono o rappresentano necessariamente i punti di vista e le opinioni di Cointelegraph.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Orgoglio regionale! È così che il Rettore Vera viene esaltato per il premio come leader di maggior impatto nelle Americhe – Canal CampoTV
NEXT Identificano il conducente di uno dei veicoli coinvolti nell’incidente di Holguín