Polemica sul piano di sacrificio dell’ippopotamo Magdalena Medio

Il Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Sostenibile ha suscitato grandi polemiche dopo la presentazione del suo Piano per la prevenzione, il controllo e la gestione delle specie invasive esotiche di ippopotamo. Questo piano prevede l’eutanasia assistita di alcuni ippopotami che vivono in Colombia, discendenti degli animali che Pablo Escobar portò decenni fa all’Hacienda Nápoles. Questo progetto ha provocato una forte reazione da parte dei difensori degli animali, che sostengono che questa misura sia disumana e hanno proposto alternative come la sterilizzazione e la creazione di santuari.

Santiago Lozano Escobar, eminente attivista animalista, ha espresso la sua indignazione sui social network, criticando duramente i biologi che sostengono il provvedimento. Inoltre, Tania Galindo, rappresentante della Commissione per la Protezione della Vita degli Ippopotami, ha definito il piano del governo un “massacro totale”. Galindo sostiene che la comunità ha imparato a convivere con questi animali e propone la sterilizzazione e il trasferimento di alcuni esemplari come soluzioni più umane. I sostenitori di Hippo stanno lavorando con gli avvocati per fermare l’attuazione di questo piano.

D’altro canto, gli scienziati difendono l’eutanasia degli ippopotami come misura necessaria per mitigare l’impatto ambientale negativo che questi animali hanno causato sull’ecosistema locale. Uno studio pubblicato nel 2021 ha concluso che la popolazione di ippopotami, se lasciata incontrollata, potrebbe crescere in modo esponenziale, peggiorando la situazione. Nataly Castelblanco, coautrice dello studio, ha osservato che l’unica soluzione praticabile a lungo termine è ridurre la popolazione attuale per evitare futuri gravi problemi ambientali.

Il governo aveva precedentemente tentato la sterilizzazione, ma questo metodo si è rivelato costoso e dispendioso in termini di tempo, con solo sei ippopotami sterilizzati sui venti previsti. Allo stesso modo, la possibilità di trasferirli in altri paesi non è progredita in modo significativo a causa di complicazioni logistiche e burocratiche. Nel frattempo, gli ippopotami rimangono una specie invasiva che mette a rischio altre specie e gli ecosistemi locali. Le autorità e i difensori degli animali continuano a non essere d’accordo sul modo migliore per gestire questo problema, cercando un equilibrio tra protezione ambientale e benessere degli animali.

Scoprilo con El Expreso

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Preparatevi prima di partire: queste sono le previsioni del tempo a Piura questo lunedì
NEXT Argentina contro Colombia (1-0): sintesi, gol di Lautaro e video della Copa América 2024 | CALCIO-INTERNAZIONALE