La situazione del ministro del Lavoro è complicata dallo sciopero sindacale: Termometro Politico

Nel Termometro Politico questo lunedì, 8 luglio Si discute delle tensioni che crescono nel Ministero del Lavoro a causa delle denunce dei sindacati contro la ministra Gloria Inés Ramírez e delle lotte politiche e familiari a Santander per l’utilizzo del suolo aeroportuale.

Lo sciopero al Ministero del Lavoro e la situazione della ministra Gloria Inés Ramírez

Il Termometro Politico apprende per la prima volta che, nel pieno delle tensioni dovute allo sciopero che vivono i lavoratori del Ministero del Lavoro dal 31 maggio, Il Comitato di Sciopero ha presentato denuncia alla Procura della Repubblica contro la Ministra Gloria Inés Ramírez e il suo gruppo di lavoro per presunti atti che violano l’esercizio dei diritti di associazione sindacale e della libertà di associazione e il diritto di sciopero.

Inoltre, l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO) ha avviato un procedimento per la denuncia presentata il 12 giugno dai sindacalisti del Ministero in cui affermavano che Ramírez stava commettendo presunti atti che violavano la libertà di associazione. In Colombia.

Allo stesso modo, il Termometro Politico è venuto a conoscenza di una lettera indirizzata alla Confederazione Generale del Lavoro (CGT), firmata da Karen Curtis, responsabile del Servizio per la Libertà di Associazione, in cui si informa che hanno presentato richieste anche al Governo nazionale.

“Il caso sarà esaminato nel merito dal Comitato per la libertà di associazione dell’organo direttivo una volta ricevute le osservazioni del governo. Tuttavia, trascorso un periodo di tempo ragionevole, il Comitato sarà obbligato a esaminare il caso anche nel caso in cui non siano pervenute le osservazioni del Governo.“, si legge nella lettera.

“Il Ministero del Lavoro continua a scioperare ogni volta che l’Amministrazione non ha rispettato l’accordo del 2 luglio 2024 in cui prometteva di pagare lo stipendio di tutti i funzionari del Ministero del Lavoro“, ha detto Maritza Manrique, portavoce del Comitato di Sciopero.

Tensioni familiari e politiche sull’uso del terreno in un aeroporto di Santander

Il deputato della Camera Juan Manuel Cortés ha chiesto il piano di sviluppo del sindaco di Barbosa, Santander, Marcos Cortés. Il deputato assicura che il sindaco, secondo lui, effettuerà il cosiddetto land flipping per modificare l’uso del terreno dell’aeroporto e costruire lì alloggi, strutture sanitarie ed educative.

In sua difesa, il sindaco di Barbosa ha sottolineato che l’aeroporto non è più funzionante e che il Comune ha approvato questo nuovo piano di sviluppo. Tutto questo è uno scontro tra due connazionali di Santander e parenti in consanguineità di terzo grado poiché Juan Manuel Cortés è il nipote di Marcos Cortés.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Problemi sull’isola? La Stella di Porto Rico ha lanciato dure critiche alla federazione del suo Paese
NEXT Incitano a protestare davanti a uno degli edifici che affittano illegalmente tutti i loro appartamenti ai turisti a Palma