Un attacco ucraino provoca un morto e incendi in impianti energetici, secondo la Russia

9 luglio (Reuters) – Una persona è stata uccisa e due sottostazioni elettriche e un deposito petrolifero hanno preso fuoco dopo che l’Ucraina ha lanciato dozzine di droni in attacchi su diverse regioni, hanno riferito martedì fonti ufficiali russe. Gli attacchi sono arrivati ​​dopo che lunedì la Russia ha bombardato il principale ospedale pediatrico di Kiev con un missile in pieno giorno e ha lanciato una raffica di missili sull’Ucraina, uccidendo almeno 41 civili nell’ondata di attacchi aerei più mortale da mesi fa.

I sistemi di difesa aerea russi hanno distrutto 38 droni, 21 dei quali sulla regione meridionale di Rostov e sette su Kursk, entrambi al confine con l’Ucraina, ha affermato il ministero della Difesa russo in una dichiarazione rilasciata tramite l’applicazione di messaggistica Telegram.

Il numero totale di droni lanciati dall’Ucraina non è stato immediatamente chiaro. Sono state udite esplosioni nella città di Kalach-on-Don, nella regione meridionale di Volgograd, in Russia, ha riferito il canale Baza Telegram, che ha fonti nelle forze dell’ordine russe. In un messaggio su Telegram, il governatore regionale Andrei Bocharov ha affermato che una sottostazione elettrica e un deposito petrolifero sono stati incendiati dalla caduta di detriti dai droni distrutti dai sistemi di difesa aerea russi. L’incendio nella sottostazione è stato spento rapidamente, ma i vigili del fuoco stavano ancora domando l’incendio nel deposito petrolifero, ha detto Bocharov.

Non ci sono stati feriti a seguito dell’attacco, ha detto, aggiungendo: “Non vi è alcuna minaccia per gli edifici residenziali”.

Il Ministero della Difesa russo non ha incluso Volgograd tra le regioni in cui sono stati distrutti i droni lanciati dall’Ucraina. Un uomo è morto, due persone sono rimaste ferite e diverse case sono state danneggiate durante la notte nella regione di Belgorod, al confine con l’Ucraina, ha riferito a Telegram il governatore Viacheslav Gladkov. Secondo il ministero della Difesa russo, tre droni sono stati distrutti nella regione di Belgorod. Gli attacchi ucraini dell’ultimo giorno hanno causato quattro morti e 20 feriti, secondo Gladkov. Un incendio in una sottostazione elettrica a Rostov è stato spento dopo che l’Ucraina ha lanciato “dozzine” di droni durante la notte, ha detto su Telegram Vasily Golubev, governatore della regione russa, aggiungendo che l’incendio era stato spento.

Il ministero della Difesa ha affermato che cinque droni lanciati dall’Ucraina sono stati distrutti sulla regione di Astrakhan e due sulla regione di Voronezh, diverse centinaia di chilometri a sud di Mosca, ma non ci sono dettagli sui danni.

Le autorità russe raramente rivelano l’intera portata dei danni inflitti dagli attacchi ucraini. Reuters non ha potuto verificare in modo indipendente i rapporti russi. Non c’è stato alcun commento immediato dall’Ucraina. Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj aveva promesso lunedì che Kiev avrebbe reagito all’attacco missilistico contro l’ospedale pediatrico. (Segnalazione di Lidia Kelly a Melbourne; montaggio di Michael Perry e Clarence Fernández; montaggio in spagnolo di Benjamín Mejías Valencia)

Notizie

Conocé Il Progetto Trust
 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Un ciclista malato è stato soccorso e ricoverato in ospedale mentre percorreva una pista a Crémenes
NEXT I Mosso smantellano una rete di traffico di droga che trasportava cocaina in barattoli di marmellata