Il disegno di legge che mette a rischio il turismo sarà esaminato in Commissione Economia

Il deputato Christian Matheson ha chiesto ai parlamentari di tutti i banchi che l’iniziativa presentata dall’Esecutivo riguardo al disegno di legge che si propone di rilanciare e che ha avuto forti obiezioni da parte dei rappresentanti dell’attività di Magallanes, sia presentata alla commissione Economia per ampliarla la discussione.

I parlamentari hanno approvato la richiesta della Magellano, che permetterà all’iniziativa di promozione del turismo, dopo essere stata analizzata dalla Commissione Finanze e avendo ottenuto il sostegno economico, di essere vista nella commissione Economia.

Detto questo, il parlamentare ha affermato che “quello che sembra essere qualcosa di insignificante è molto importante, poiché ci sarà l’occasione di considerare le obiezioni che il settore turistico della nostra regione ha mosso a questa iniziativa, e proporre miglioramenti che la rendano più rappresentativa. “degli interessi del settore e delle zone estreme del Paese”.

Per il deputato Magellanico, “le organizzazioni turistiche della nostra regione hanno affermato fin dall’inizio che, sebbene siano d’accordo con le intenzioni del progetto, non comporta alcune sfide che dovrebbero essere sollevate affinché la riscossione sia più efficiente, senza danneggiare gli attori formali dell’attività.”

Secondo Matheson, le organizzazioni hanno affermato che “le nuove normative potrebbero persino rendere difficile la gestione delle imprese turistiche, colpendo sia le piccole imprese che i grandi operatori”.

Inoltre, il legislatore ha fatto riferimento alle obiezioni che ha sugli assi del progetto del governo che propone la restituzione dell’Iva ai visitatori per gli acquisti effettuati sul territorio nazionale, nonché sulle produzioni audiovisive straniere e la creazione di un’aliquota dell’1,25% sul prezzo delle strutture ricettive convenzionate di turisti stranieri, che consentirà di incrementare, a giudizio dell’Esecutivo, le risorse pubbliche destinate alla promozione del nostro Paese.

Infine, il deputato ha affermato che “non trovo sensato creare una tassa sugli alloggi, rendendo più complessa l’attività alberghiera, e poi restituire il 75% del ricavato ai turisti che fanno acquisti nel Paese e alle società audiovisive straniere, lasciando una magra quantità di risorse per promuovere l’attività turistica”, ha concluso il parlamentare.

Pinguino multimediale mette a disposizione del proprio pubblico questo spazio per l’espressione personale di opinioni e commenti, facendo appello al rispetto tra gli utenti e dissociandosi completamente dal contenuto dei commenti rilasciati.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La copertina di La Región di questo mercoledì 24 luglio
NEXT Musk sospenderà gli stabilimenti in Messico fino a dopo le elezioni americane