Apple rimuove decine di app VPN dal suo store a seguito di una richiesta delle autorità russe

Apple, una delle aziende tecnologiche più apprezzate in Spagna e nel mondo, ha compiuto diverse mosse negli ultimi giorni. Ad esempio, l’azienda dalla mela morsicata ha recentemente approvato l’arrivo di Fortnite su iPhone e iPad e ha spiegato come sarà controllare le applicazioni con la grande rivoluzione Siri che sta preparando per il 2025. Ora si è appreso che l’azienda ha rimosso decine di VPN dall’App Store su richiesta della Russia.

Secondo quanto riferito da Computer che emette un segnale acustico, Apple ha rimosso una serie di applicazioni VPN dal suo App Store in Russia a seguito di una richiesta delle autorità del paese guidato da Vladimir Putin. Nello specifico, Roskomnadzor, come è noto il Servizio federale russo per la supervisione delle telecomunicazioni, delle tecnologie dell’informazione e dei media, ha chiesto alla società di Tim Cook rimuoverà applicazioni come NordVPN e Proton VPN perché violano la legge.

Il colosso della tecnologia ha inviato una serie di messaggi agli sviluppatori di NordVPN, Proton VPN, Red Shield VPN, Le VPN e altri indicando che queste applicazioni sarebbero state cancellate “su richiesta di Roskomnadzor”. Nello specifico, le email recitano quanto segue: “Vi scriviamo per informarvi che la vostra candidatura, su richiesta del Roskomnadzor, verrà rimosso dall’App Store in Russia perché include contenuti illegali“.


“Su richiesta di Roskomnadzor, Apple ha rimosso l’applicazione Red Shield VPN dall’App Store russo. Conosciamo almeno un’altra app VPN che è stata rimossa nello stesso momento della nostra”, ha osservato Red Shield VPN nella sua legislazione che pone fine all’anonimato su Internet.

E secondo la legge federale n. 406-FZ, tutte le aziende che forniscono servizi digitali nel paese devono verificare i dati personali dei propri utenti. Lo sottolinea anche lui Chiunque pubblichi suggerimenti su come navigare in modo anonimo con una VPN o Tor potrebbe essere mandato in prigione. Naturalmente va notato che le leggi non impediscono l’uso di una VPN, ma l’accesso a Internet con una connessione privata non è consentito in Russia.

È noto che Le VPN ha già presentato ricorso contro questa decisione e ha iniziato a collaborare con altre applicazioni simili e attivisti per i diritti per vedere se prendono provvedimenti. Le VPN ha sottolineato in una dichiarazione ufficiale che “questo recente sviluppo sottolinea una significativa escalation nelle capacità di Roskomnadzor, dimostrando la sua crescente influenza sulle grandi aziende tecnologiche come Apple“.

Non solo, ma ha anche notato che questo sviluppo potrebbe avere effetti di vasta portata sul modo in cui le aziende tecnologiche globali operano in giurisdizioni con ambienti normativi severi. Va notato che anche Apple offre la possibilità di impugnare la decisione davanti a Roskomnadzor, ma I creatori di VPN lo considerano inutile.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV I servizi segreti affermano che saranno pronti a proteggere Trump alla Convention nazionale repubblicana
NEXT L’IMSS deve fornire statistiche sugli aborti eseguiti ad Aguascalientes