Un ex campione del mondo con la Francia ha ucciso Mbappé: “Non è un degno capitano”

Un ex campione del mondo con La Francia ha ucciso Kylian Mbappéprima dell’incrocio con Spagna per le semifinali del Coppa degli Europei. che si giocherà questo martedì e sarà disponibile per Disney+ (solo per il Sud America). Si tratta di Emmanuel Petit, che ha messo in dubbio le capacità dell’attuale capitano della Nazionale.

L’ex nazionale francese ha criticato la stella della nazionale francese e ha osservato che “fino ad ora non degno di un capitano“, dato che “non si assume abbastanza responsabilità sul campo“.

Nelle dichiarazioni alla televisione tedesca, il centrocampista in pensione ha commentato che il nuovissimo attaccante del Real Madrid “non è stato all’altezza dall’inizio di questa Coppa dei Campioni” e che “non è in buona forma fisica“, oltre a “gli fa male anche il naso rotto”.

“Era già troppo tardi quando è stato sostituito nell’intervallo dei supplementari nei quarti di finale contro il Portogallo. Avrebbe dovuto essere sostituito al massimo dopo un’ora”, ha detto Petit.

Nonostante le critiche, Petit, ex giocatore del Barcellona, ​​si è detto fiducioso su Mbappé: “Esploderà all’improvviso in semifinale”. E ha chiuso: “Giocherà solo perché la rivale si chiama Spagna. Altrimenti lo avrei lasciato in panchina”.

Cosa ha detto Deschamps su Mbappé, prima della semifinale tra Francia e Spagna

Per quanto riguarda il livello di Kylian Mbappé e come sia il suo miglior giocatore dopo un torneo irregolare segnato da una frattura al naso che lo costringe a giocare con una maschera, ha riferito che Il giocatore del Real Madrid sarà “calcialmente al 110%” anche se dal punto di vista fisico “non sta del tutto bene”.

“Volevamo che riposasse il più possibile. Ci sarebbe piaciuto avere un giorno in più per riposarci. Abbiamo fatto tutto il possibile affinché lo facesse e Sono convinto che sia mentalmente in buone condizioni.. Non ha nulla a che fare con l’ultima partita. Ha avuto un problema alla schiena, alla mascherina, la botta al naso… Poteva essere la fine del campionato, ma è ancora con noi. Si abitua alle nuove condizioni di gioco e sono convinto che darà il massimo con il gruppo”, ha detto.

“È una situazione nuova per Kylian, il fatto che debba indossare una maschera. È un po’ modificato, non sembra esattamente la stessa cosa. E’ qualcosa a cui devi abituarti. Il livido è scomparso e il mio naso migliora ogni giorno un po’. “Dovrà abituarsi e gli ci vorranno ancora un paio di settimane o forse mesi”, ha aggiunto riguardo a Mbappé.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Impressionante incendio ha consumato negozi di abbigliamento nel settore El Hueco nel centro di Medellín – Publimetro Colombia
NEXT La Vuelta raccoglie il testimone del Tour