Cartagena e la disoccupazione: storie e statistiche dal 2023

L’anno avanza rapidamente, siamo già a luglio e molti cartaginesi stanno cercando di dare una svolta completa alla loro situazione economica, chiudere un ciclo e aprirne un altro pieno di prosperità e abbondanza con un buon lavoro. Tuttavia, la situazione del mercato del lavoro di Cartagena contrasta con i risultati nazionali.

L’impatto negativo della disoccupazione in una città colpisce non solo i disoccupati, ma anche le loro famiglie e la comunità in generale. A livello sociale può aumentare l’insicurezza e avere ripercussioni politiche. Nel caso di Daniel Arteaga, un giovane di 25 anni di Cartagena, la situazione deve migliorare, poiché finora non ha potuto proseguire la sua carriera, e nemmeno alcuni dei suoi ex compagni di università. Leggi anche: “Meno operazioni e più soluzioni”: i ciclisti chiedono misure pro-bike in città

“Ho studiato ingegneria e le mie aspettative erano di lavorare in una buona azienda qui. Ho utilizzato diverse bacheche di lavoro come il Servizio pubblico per l’impiego, Magneto 365, Computrabajo, LinkedIn, tra gli altri. La verità è che non è stato difficile per me trovare opportunità, ma la maggior parte delle offerte proveniva da Bogotà, non da Cartagena. Mi hanno chiamato da Bogotà per i colloqui, hanno fatto anche un colloquio virtuale e mi hanno offerto un lavoro, ma non ho potuto accettare perché mi prendevo cura di mia nonna e non potevo viaggiare,” ha detto Daniel Arteaga, laureato dell’Università di Cartagena.

E ha osservato: “Mi sono laureato il 23 marzo e già da febbraio facevo domanda per posti vacanti per non rimanere disoccupato. Sentivo molta pressione già prima di finire il tirocinio, preoccupata di rimanere disoccupata. Sebbene non fossi sotto pressione a casa, io stesso mi sentivo male e non riuscivo a concentrarmi su altre attività. Non mi sono depresso, ma è brutto e disperato non trovare un lavoro. A volte corri un rischio e lasci la città in cerca di opportunità. Per fortuna io e i miei amici non siamo rimasti senza far niente, cerchiamo sempre di studiare o lavorare, anche fuori dall’ambito della nostra carriera”.

Penso che alcuni miei colleghi siano nella stessa posizione. Alcuni hanno un lavoro e lavorano, ma altri sono dovuti andare in altre città, oppure non hanno iniziato a lavorare perché hanno preferito continuare a studiare”.

Daniele Arteaga

Simile al caso di Daniel è Yomaira Choperena, che ha studiato economia aziendale dal 2018 ed è riuscita a laurearsi nel marzo 2023. Tuttavia, dopo diversi tentativi falliti di entrare nel mondo del lavoro e di fronte al rifiuto dovuto alla sua poca esperienza lavorativa, ha deciso di iniziare studiare marketing digitale per dare un plus alla propria formazione e bussare così nuovamente alle porte.

Recentemente Cartagena Como Vamos (CCV) ha presentato il suo Rapporto sulla qualità della vita 2023 che mostra come la città sta avanzando o regredendo sulla base di dati collettivi (istruzione, sicurezza, spazio pubblico, salute, finanze, ecc.). Questo rapporto è stato l’ultimo dell’anno dell’amministrazione “Salviamo Cartagena Insieme” e diventa la linea di base del nuovo governo del sindaco Dumek Turbay e del suo Piano di sviluppo 2024-2027. In termini di disoccupazione questi sono stati i principali risultati:

Nel 2023 Cartagena è rimasta l’unica città con una variazione negativa della forza lavoro. Questo fenomeno si osserva a partire dal 2021, il che si riflette in un calo del 4,6%. Motivi come lo scoraggiamento, gli studi, la migrazione, tra gli altri, possono essere cause.

Nel 2023 il divario tra tasso di partecipazione e tasso di occupazione è rimasto al 7,2%; Sebbene sia in calo dopo la ripresa del 2021, è ancora al di sopra del livello pre-pandemia. Il calo dei tassi di occupazione e di partecipazione è preoccupante. L’occupazione è passata dal 66,8% al 65,4% nel 2023, mentre la partecipazione è passata dal 59,5% al ​​58,2%.

Dati sulla disoccupazione. // Foto per gentile concessione

Su 100 cittadini in età lavorativa di Cartagena, 65 hanno partecipato a offerte di lavoro. Tra coloro che hanno partecipato, 58 avevano già un lavoro formale o informale.

Mentre negli uomini il tasso era del 70,4%, nelle donne era del 47,4%. Cioè, per ogni 100 uomini in età lavorativa, 70 sono occupati, mentre 47 donne in età lavorativa sono occupate.

Rispetto ai livelli pre-pandemia si è registrato un aumento dei lavoratori non salariati di 43mila unità, mentre il gruppo corrispondente ai lavoratori dipendenti si è ridotto di 41mila unità entro il 2023. La posizione di datore di lavoro o datore di lavoro è stata ridotta di poco più di 2mila persone. A Cartagena, poco più del 37% degli occupati sono salariati, cioè dipendenti pubblici o privati, rendendola la capitale con la percentuale più bassa.

In città quasi il 54% dei posti di lavoro sono informali; Ciò è legato alla bassa tassazione, alla mancanza di accesso alla sicurezza sociale e all’informalità delle imprese. Inoltre, riflette le limitate possibilità di garantire una pensione ai dipendenti di Cartagena.

Dati sulla disoccupazione. // Foto per gentile concessione

L’ultimo rapporto sul mercato del lavoro di Cartagena, rivelato nel fine settimana da Dane, indica che ci sono 61.000 disoccupati in città e che il tasso di disoccupazione nel trimestre mobile marzo-maggio 2024 è del 13,3%, 2,6 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo nel 2023. Con queste cifre, la capitale Bolívar si colloca in quel periodo come la città con il sesto tasso di disoccupazione più alto del paese. La classifica è guidata da Quibdó (28,6%), Riohacha (19,5%) e Florencia (16,4%). Leggi anche: Rimborso IVA: si potrà riscuotere il pagamento straordinario per i cicli 4, 5 e 6 del 2023

L’Ufficio del Sindaco di Cartagena, guidato dal Presidente Dumek Turbay, ha dichiarato che lavorerà per modificare i risultati del rapporto presentato l’anno prossimo.

“Al di là del partito democratico di ottobre, dove abbiamo proposto un metodo di governo, sottolineo che la decisione di Cartagena di unirsi è avvenuta affinché la città possa fare bene. La gente di Cartagena vuole che il governo funzioni, al di là delle circostanze ideologiche. Ci saranno cambiamenti importanti nel 2025, quando verranno presentati i risultati per il 2024. I contributi di tutti i settori ci daranno almeno la strada che il dibattito sulla qualità della vita è sulla strada giusta”, ha affermato Turbay.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Feste in onore di Santiago a Santa Mª de Robledo
NEXT Gran parte dell’Aragona, a rischio incendi boschivi