Le organizzazioni sociali lanciano un’allerta a causa dell’insicurezza nell’area metropolitana

Cucuta

Le organizzazioni sociali di Cúcuta e Norte de Santander si sono riunite per lanciare un appello urgente al Governo Nazionale affinché affronti tempestivamente e in modo globale la situazione di schiacciante violenza nella capitale settentrionale di Santander.

Circa 50 organizzazioni dedite alla difesa, promozione e protezione dei diritti umani, hanno reso noto il loro rifiuto delle azioni dei gruppi criminali e chiedono risposte forti alle autorità a tutti i livelli.

“Non si possono trovare soluzioni a breve termine senza considerare che ciò riguarda tutti noi, perché la sicurezza a Cúcuta a tutti i livelli vacilla e non vogliamo che si ripetano situazioni come quella avvenuta nel 1999 con l’incursione paramilitare, perché ora Siamo cattivi, ma potremmo essere peggio se non ci organizziamo come società civile”, ha detto a Caracol Radio Carlos Muñoz, difensore dei diritti umani.

Assicurano che si dovrà tenere conto della presunta corruzione delle forze pubbliche, dell’inefficienza istituzionale e dell’impunità, che nella maggior parte dei casi evidenziano che hanno generato una crisi sociale ed economica in tutta la regione.

“Il Governo Nazionale deve rispondere a più livelli, processi di trasparenza nella Polizia, una migliore direzione nella Procura, ma anche una chiara strategia di sicurezza, perché se si dà seguito a ciò che le autorità locali hanno detto sulla sicurezza a Cúcuta, abbiamo variato e inciampato ovunque e questo ci è costato la morte”, ha sottolineato Muñoz.

Invitano altre organizzazioni ad unirsi a questo appello rivolto al Governo Nazionale per proteggere la popolazione civile attraverso soluzioni chiare a livello istituzionale.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Tre vigili del fuoco feriti da un vasto incendio boschivo nella regione greca di Corinto
NEXT Interrotta la semina del grano nella provincia di Santa Fe