I leader si assumono la responsabilità al 100%: il segno distintivo della vera leadership

«I leader responsabili non si limitano a farsi carico; si appropriano “Trasformano la responsabilità in azione, trasformano le sfide in opportunità e stabiliscono lo standard di eccellenza attraverso il loro impegno costante per il successo del loro team.”

Luis Vicente Garcia

Nella costante evoluzione delle dinamiche organizzative, un principio emerge come cardine di una leadership efficace: assumersi la responsabilità al 100%. Questo concetto trascende il mero atto di responsabilità; incarna una mentalità in cui i leader accettano la piena responsabilità delle proprie azioni, decisioni e dei risultati risultanti dei propri team o organizzazioni. Adottare questo approccio non significa solo evitare il trasferimento di responsabilità, ma promuovere una cultura di crescita, fiducia ed eccellenza.

Assumersi la responsabilità al 100% significa che i leader non si sottraggono ai propri compiti né scaricano la responsabilità quando le cose vanno male. Riconoscono invece che la loro influenza e le loro decisioni hanno un impatto diretto sui loro team e sul successo dell’organizzazione. I veri leader comprendono che la responsabilità inizia dall’alto; Capiscono il loro ruolo in ogni situazione, riconoscendo sia i successi che i fallimenti. Quando i leader si assumono la responsabilità, si concentrano sulla risoluzione dei problemi anziché incolpare gli altri, il che porta a una risoluzione dei problemi più rapida e a un miglioramento continuo.

Questa pratica incoraggia la trasparenza e l’integrità all’interno del team, perché quando un leader si assume la responsabilità, costituisce un potente esempio per i propri team e promuove una cultura in cui i membri del team si sentono autorizzati ad assumere i propri ruoli e responsabilità. I leader che si assumono la piena responsabilità vedono i fallimenti come opportunità di apprendimento e crescita. Questa prospettiva incoraggia l’innovazione e la resilienza all’interno dell’organizzazione. Assumersi costantemente la responsabilità crea fiducia e credibilità. I membri del team sono più propensi a rispettare e seguire i leader che possiedono le loro azioni e decisioni.

Per coltivare questa mentalità all’interno di una struttura di leadership, possono essere impiegate diverse strategie: (a) i leader dovrebbero riflettere periodicamente sulle loro azioni e decisioni; (b) devono comprendere che l’impatto del loro comportamento sulla squadra e sull’organizzazione è cruciale per la crescita personale e professionale; (c) devono mantenere una comunicazione aperta e onesta riguardo alle aspettative, agli obiettivi e alle responsabilità dell’azienda, garantendo che tutti i dipendenti rimangano sulla stessa lunghezza d’onda; e (d) che quando sorgono problemi, devono affrontarli in modo trasparente e insieme al team per aiutarli a trovare soluzioni efficaci. Incoraggiare i membri del team ad assumersi la responsabilità dei propri compiti e progetti favorisce un senso di responsabilità in tutta l’organizzazione. Significa fornire loro le risorse e il supporto di cui hanno bisogno per avere successo; In una sola parola, dà loro il potere di raggiungere il successo.

D’altra parte, i leader devono impegnarsi per il proprio sviluppo, benessere e crescita: cercare feedback, partecipare a sessioni di formazione e rimanere aggiornati sulle tendenze del settore sono pratiche essenziali; e dimostrare responsabilità nelle azioni quotidiane rafforza l’importanza di questo principio. Quando i leader dimostrano di essere responsabili, ispirano lo stesso comportamento nei loro team.

Satya Nadella è un ottimo esempio di assunzione di responsabilità al 100%. Quando ha assunto la carica di CEO di Microsoft (2014), l’azienda ha dovuto affrontare diverse sfide: la sua posizione di mercato era minacciata dai concorrenti e la sua cultura era vista come stagnante e burocratica. A Nadella la responsabilità di trasformare la direzione e la cultura di Microsoft.

Una delle sue prime iniziative è stata quella di spostare l’attenzione di Microsoft verso il cloud computing e l’intelligenza artificiale, comprendendo la necessità di innovare e rimanere rilevanti in un panorama tecnologico in rapida evoluzione; Nadella si è assunto la responsabilità personale di questa trasformazione, comunicando chiaramente la nuova visione e i passi necessari per realizzarla. Ha inoltre dato priorità alla trasformazione della cultura interna di Microsoft; ha riconosciuto che il successo dell’azienda dipendeva dalla promozione di una mentalità di crescita tra i dipendenti. Per raggiungere questo obiettivo, ha incoraggiato l’apertura, la collaborazione e l’apprendimento continuo. Un esempio è stata la sua risposta al fallimento di Windows Phone. Invece di incolpare il team o minimizzare il problema, si è assunto la responsabilità degli errori e ha reindirizzato gli sforzi dell’azienda verso aree più promettenti come i servizi cloud e l’intelligenza artificiale. Questa decisione ha consentito di risparmiare risorse e di rafforzare una cultura di responsabilità e agilità strategica. Sotto la sua guida, Microsoft ha registrato una crescita significativa e il suo valore di mercato supererà presto i 3,5 trilioni di dollari. La sua volontà di assumersi la responsabilità al 100% delle decisioni strategiche e dei cambiamenti culturali è stato un fattore chiave nella rinascita di Microsoft. Lo stile di leadership di Nadella esemplifica come l’assunzione della piena responsabilità possa portare a un successo sostanziale e sostenibile per un’organizzazione.

«Più un’azienda è grande, maggiore è la responsabilità del suo leader di pensare al mondo, i suoi cittadini e le sue opportunità a lungo termine.

― Satya Nadella, CEO di Microsoft nel suo libro: Premi Aggiorna

Molti leader hanno esemplificato la pratica di assumersi la responsabilità al 100%. Warren Buffett, CEO di Berkshire Hathaway, ha sottolineato l’importanza della responsabilità nella leadership. Parla apertamente dei suoi errori e si assume la piena responsabilità delle sue decisioni di investimento, dando il buon esempio ai suoi azionisti. Indra Nooyi, ex CEO di PepsiCo, è nota per il suo stile di leadership trasparente; Ha parlato apertamente delle sfide dell’azienda e si è assunto la responsabilità di affrontarle, guadagnandosi la fiducia e il rispetto dei suoi dipendenti e investitori.

I leader responsabili non si assumono solo la responsabilità delle proprie azioni e decisioni; Si assumono la responsabilità dei risultati trasformando la responsabilità in azione, trasformando le sfide in opportunità e stabilendo lo standard di eccellenza attraverso il loro incrollabile impegno per il successo del proprio team. I leader che si assumono la responsabilità al 100% non sono solo responsabili: sono proattivi, trasparenti e stimolanti. Prendendosi carico delle proprie azioni e decisioni, promuovono una cultura di fiducia e miglioramento continuo all’interno delle proprie organizzazioni. Questa mentalità non è solo cruciale per la crescita individuale ma anche per il successo complessivo e la sostenibilità dell’organizzazione. Pertanto, adottare e promuovere il principio dell’assunzione della piena responsabilità è il segno distintivo della vera leadership.

@LVGarciaG

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Procura chiede al Tribunale di Madrid di “delimitare” le indagini contro Begoña
NEXT Ferito gravemente dopo lo scontro con un camion a Vilamarín