Indonesia: almeno 23 morti in una frana a Sulawesi

Almeno 23 persone sono morte a causa di una frana in una miniera d’oro illegale nella provincia di Gorontalo, sull’isola centrale indonesiana di Sulawesi, mentre altre 35 rimangono disperse.

Indonesia: almeno 23 morti in una frana a Sulawesi. (Fonte: AFP)

Giakarta (VNA) – Almeno 23 persone sono morte a causa di una frana in una miniera d’oro illegale nella provincia di Gorontalo, sull’isola di Sulawesi, nell’Indonesia centrale, mentre altre 35 restano disperse.

Tra i deceduti, tirati fuori dal fango dai soccorritori, ci sono tre donne e un bambino di quattro anni.

Con grandi sforzi i soccorritori hanno estratto vive dal fango anche 23 persone, 18 delle quali ferite.

Un totale di 270 soccorritori hanno partecipato alle attività di ricerca e salvataggio negli ultimi due giorni. Oggi continuano a utilizzare attrezzature pesanti per cercare i dispersi, nonostante il clima e il terreno avversi.

Più di 100 abitanti del villaggio stavano scavando alla ricerca di grani d’oro il 6 luglio nel remoto villaggio montuoso di Bone Bolango quando tonnellate di fango caddero dalle colline circostanti e seppellirono i loro accampamenti improvvisati, ha detto Heriyanto, capo dell’Ufficio di ricerca e salvataggio della provincia di Gorontalo Salvare.

Secondo l’ufficio, 66 abitanti del villaggio sono riusciti a sfuggire alla frana.

Il portavoce dell’Agenzia nazionale indonesiana per la gestione dei disastri, Abdul Muhari, ha detto che le piogge torrenziali che hanno colpito il distretto montuoso dal 6 luglio hanno causato la frana e rotto un terrapieno, provocando allagamenti ai tetti delle case in cinque villaggi a Bone Bolango, che fa parte di un distretto montuoso a Gorontalo. Provincia.

Quasi 300 case sono state colpite e più di mille persone sono fuggite in luoghi sicuri./.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Negli Stati Uniti un dipendente su quattro guadagna meno di 17 dollari
NEXT Verifica a sorpresa del governo di Sonora per migliorare i servizi pubblici