Presentano una risoluzione per la protezione contro l’inquinamento dell’acqua nel municipio di Benito Juárez

Presentano una risoluzione per la protezione contro l’inquinamento dell’acqua nel municipio di Benito Juárez
Presentano una risoluzione per la protezione contro l’inquinamento dell’acqua nel municipio di Benito Juárez

Le autorità del CDMX hanno affermato che si tratta di petrolio, ma le persone colpite e gli specialisti respingono questa versione. Foto: X/@BJAlcaldia

Venerdì 5 luglio un giudice ha stabilito che il Governo di Città del Messico (CDMX) Hai tre giorni di tempo per rendere pubbliche le informazioni sull’origine di inquinamento delle acque nel Ufficio del sindaco Benito Juárezrilevato da aprile.

Questi, dopo che Laura Ballesteros Mancilla, insieme agli abitanti del quartiere e ai leader comunitari come Rodrigo Cordera, Luis Manuel León e Úrsula Amaranta Martínez, hanno invitato il Governo della capitale a fare in modo che i cittadini e soprattutto i residenti del suddetto sindaco ufficio, conosco l’origine dell’inquinamento dell’acqua avvenuto mesi fa Ha causato danni alla loro salute.

L’attuale segretaria della Gestione Nazionale del Movimento Cittadino (MC) e futura deputata federale della legislatura che inizierà a settembre, dopo aver diffuso un video attraverso le sue reti sociali, ha riferito che Dallo scorso 11 maggio è stata presentata un’amparo costringere il governo locale a divulgare tutte le informazioni.

Venerdì scorso un giudice ha stabilito che il governo CDMX dispone di un periodo di tre giorni per rendere pubbliche le informazioni sull’origine della contaminazione dell’acqua nel suddetto distretto. situazione rilevata da aprile, Ballesteros Mancilla indicato nella clip.

E ha aggiunto: “Il governo di Città del Messico non solo ha reagito tardi e male, ma ha classificato le informazioni di tutti gli studi effettuati sull’acqua per scoprire cosa la contaminava, perché si sospettava che potesse trattarsi addirittura di benzina. ” , e si sapeva che erano idrocarburi. “Continuano a mettere a rischio la popolazione”.Lui ha spiegato.

“Hai 3 giorni per farlo. Il giudice ci ha concesso protezione contro la classificazione delle informazioni che hanno tentato di fare. Le persone hanno il diritto di sapere cosa stavamo bevendo e utilizzando. Ce l’abbiamo fatta”, ha pubblicato sul suo account X.

In questo contesto, l’emecista ha chiamato il governo quella testa Marti Batres, di rendere pubblica l’informazione che nel mese di maggio hanno deciso di classificare per un periodo da tre a cinque anni; che la decisione giudiziaria venga rispettata e farsi conoscere nei media ufficiali, nei social network e anche nei media.

A questo proposito, Úrsula Martínez, l’avvocato che ha presentato l’amparo, ha spiegato che “con questa risoluzione le autorità sono obbligate a dichiarare l’emergenza ambientale per la contaminazione dell’acqua, così come Petróleos Mexicanos (PEMEX) deve garantire che l’acqua non sia contaminata con eventuali idrocarburi e, in tal caso, sospendere la fornitura di acqua contaminata, così come la raccolta di quest’acqua”, ha detto l’avvocato.

“Tra meno di tre giorni l’amministrazione cittadina, poiché ci è stata concessa la tutela, dovrà rendere pubbliche tutte le informazioni sugli studi sull’acqua, questo non finirà finché non sarà finito e il nostro diritto alla salute, all’ambiente sano e all’acqua Lo combatteremo e lo difenderemo, ha ribadito il prossimo legislatore.

Risoluzione per denunciare l’inquinamento dell’acqua nel municipio di Benito Juárez

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Novità | Il presidente del PJ ha partecipato a un incontro con Katopodis
NEXT Scontro tra 8 veicoli a Jalisco: 3 persone ferite