Si è svolto con successo il seminario “Cose da fare e da non fare nella ricerca applicata” – Ricerca

Si è svolto con successo il seminario “Cose da fare e da non fare nella ricerca applicata” – Ricerca
Si è svolto con successo il seminario “Cose da fare e da non fare nella ricerca applicata” – Ricerca

Ha visto la partecipazione di Daniel Guerra e Ana Gabriela Sobarzo.

Lo scorso 5 luglio presso l’Auditorium LID del campus centrale dell’A Università peruviana Cayetano Herediail colloquio ha avuto luogo «Cosa fare e cosa non fare nella ricerca applicata.

I relatori erano Daniele GuerraPhD, PI del Laboratorio di Molecole Individuali della LID e Ana Gabriela SobarzoDirettore dell’innovazione e dell’imprenditorialità presso Cayetano Heredia.

Il Dott. Guerra ha sottolineato l’importanza della ricerca di base come fondamento della ricerca applicata, sottolineando che la sua esperienza accademica, derivante dai suoi corsi di laurea e di specializzazione, oltre a dirigere progetti finanziati a livello nazionale e internazionale, gli ha fornito una visione ampia e dettagliata per innovare in modo naturale e competitivo. Ha inoltre spiegato come una solida base nella ricerca di base gli abbia permesso di ottenere fondi per la ricerca applicata, evidenziando il legame intrinseco tra i due tipi di ricerca.

Da parte sua, la Blga. Sobarzo ha condiviso la sua prospettiva sull’implementazione di pratiche innovative e imprenditoriali nell’ambito della ricerca applicata. Ha offerto una visione delle opportunità e delle sfide nel campo dell’innovazione universitaria e di come la comunità accademica può contribuire allo sviluppo e al progresso tecnologico, nonché di come accedere ai finanziamenti. Concitec.

Al termine della sessione è stato aperto uno spazio per domande e risposte, dove i partecipanti hanno potuto interagire direttamente con i relatori e risolvere i loro dubbi. Successivamente sono stati organizzati gruppi con tutti gli studenti per partecipare ad un gioco di assemblaggio di torri sormontate da marshmallow, promuovendo la creatività, il lavoro di squadra e il divertimento.

Questa presentazione è stata diretta da Rosa Barrera e Geraldine Espinoza, entrambe del Cayetano Heredia Technology Transfer Office, e hanno visto la partecipazione degli studenti del gruppo 2024-1 del Club di giornalismo UPCHdiretto dagli studenti Ada Kiara Vergara Olortegui, David Hidalgo e Dona Chancan.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Secondo un sondaggio, lo stigma della menopausa rallenta la crescita professionale delle donne e incide sull’economia
NEXT La Nazionale argentina giocherà la quarta finale in quattro anni