Le azioni IAG salgono di oltre il 4% dopo i miglioramenti delle raccomandazioni


COMPAGNIE AEREE


  • José de la Morena
  • Jose de la Morena, giornalista specializzato in economia da più di 15 anni, sviluppa il suo lavoro nel campo della comunicazione dal prisma delle tendenze, dei numeri e dei risultati di diverse aziende. Un compito che lo ha portato ad acquisire una conoscenza approfondita del mondo del lavoro. Ha lavorato inoltre nella comunicazione aziendale e come advisor per diversi brand internazionali e istituzionali.

IAG vola in Borsa di oltre il 4%, superando i 2,12 euro per azione, sulla scia delle raccomandazioni migliorative di Morgan Stanley e Deutsche Bank.

Morgan Stanley alza il prezzo obiettivo a 2,80 euro, rispetto agli attuali 2,10 su cui lo aveva fissato, e Deutsche Bank migliora le sue previsioni di utile operativo del 4,5% per questo stesso anno, il 2024.

Da parte sua, la banca tedesca, che ha una consulenza “hold” per IAG, prevede un utile operativo di 3.480 milioni di euro nel 2024, cioè un aumento di circa 150 milioni di euro ovvero del 4,5% in più rispetto ai 3.330 milioni di euro precedenti.

Nello specifico, due terzi dell’incremento si è verificato nel secondo trimestre dell’anno, per effetto di un minor incremento dei costi unitari non legati al carburante e della valutazione ai prezzi di mercato del carburante e al cambio.

IAG aspetta Bruxelles

Come questo quotidiano ha riportato in diverse occasioni, la riluttanza che la Commissione Europea sta mettendo sul tavolo è evidente, e lascia seri dubbi sull’approvazione dell’operazione.

Da IAG ricordano che l’operazione di acquisto di Air Europa è soggetta ad approvazioni normative e che, se non verrà completata, le azioni acquisite in questo programma potranno essere utilizzate per distribuire a dirigenti o dipendenti secondo piani di incentivazione.

IAG, che già possiede il 20% di Air Europa dal 2022, ha presentato alla Commissione Europea il suo elenco di concessioni per garantire il mantenimento della concorrenza una volta che Air Europa sarà integrata al 100%. Per il momento, se non verranno applicati meccanismi di rinvio della procedura, Bruxelles dovrà prendere una decisione sull’acquisto entro il 20 agosto di quest’anno.

Riacquisti di azioni proprie

IAG ha avviato un programma di riacquisto di azioni che mira a ottenere titoli per 70 milioni di euro, con i quali verserà poi parte del corrispettivo concordato con Globalia per l’acquisto di Air Europa.

In ogni caso, e poiché l’operazione è in attesa dell’approvazione di Bruxelles, IAG ha anche avvertito che se l’operazione non verrà realizzata, le azioni che riacquisterà andranno ai programmi di incentivazione. Saranno cioè destinati agli amministratori e ai dipendenti della compagnia aerea di proprietà del Qatar.

Il programma di riacquisto di azioni proprie, che le doterà di maggiori azioni proprie per effettuare successivamente il pagamento a Globalia e arrivare all’acquisto dell’80% di Air Europa, si concluderà entro il 2 agosto, secondo la compagnia stessa.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Claudia Sheinbaum ha presentato il terzo blocco del suo gabinetto presidenziale
NEXT La CNMC indaga su Apple per “possibili pratiche anticoncorrenziali”