Carmen Calvo sostiene che il Consiglio di Stato non ha redatto alcun rapporto sulla legge sull’amnistia

Carmen Calvo sostiene che il Consiglio di Stato non ha redatto alcun rapporto sulla legge sull’amnistia
Carmen Calvo sostiene che il Consiglio di Stato non ha redatto alcun rapporto sulla legge sull’amnistia

Madrid, 10 luglio (EFE).- La presidente del Consiglio di Stato, Carmen Calvo, ha precisato mercoledì che “secondo i parametri costituzionali è evidente” che spetta al Parlamento, e non al Governo, adottare un’amnistia, quindi Non c’è spazio per una relazione dell’organo consultivo, poiché si tratta di un disegno di legge e non di un progetto.

Calvo ha fatto questa riflessione in una conferenza stampa al Consiglio di Stato per presentare la relazione dell’istituzione per l’anno 2023, anno in cui non si era ancora insediata.

L’ex primo vicepresidente del Governo ha spiegato che una misura di grazia come l’amnistia deve essere adottata dalle Cortes Generales, poiché solo il popolo spagnolo nel suo insieme può decidere sull’indulto generale, a differenza dell’indulto, una misura di grazia concreta, il cui potere appartiene all’Esecutivo.

Calvo ha sottolineato che l’amnistia era “ben posizionata” come disegno di legge e che, di conseguenza, il Consiglio di Stato non ha dovuto preparare alcuna relazione, poiché la sua funzione è quella di consigliare sulle norme emanate dal Governo.

“È logico” che il Consiglio di Stato non si pronunci sulle proposte di legge, ha aggiunto Calvo: “Perché nascono dall’organo che pompa il cuore della democrazia, le Cortes Generales, dove hanno sede i rappresentanti diretti della sovranità” e, Fatta eccezione per la Corte Costituzionale, “non spetta a nessun altro intercettare quella strada”.

Riguardo alla riforma della magistratura, il presidente del Consiglio di Stato ha precisato che anche “la parola spetta alle Cortes, poiché non può essere altrimenti”, anche se “tutti i pronunciamenti sono benvenuti”.

Ha ritenuto quindi che il Consiglio Generale della Magistratura potrà indicare le modalità per riformare il suo metodo elettorale, dato che avrà il potere di una legge che dovrebbe essere approvata questo mese grazie all’accordo tra il PP e il PSOE , ma che il parere di tali magistrati non sarebbe vincolante, poiché solo il Parlamento può decidere sulla riforma di un organo costituzionale. EFE

flc/edr

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ultima corsa dei tori di San Fermín
NEXT la dimensione fisica del suono