Germania: Thomas Müller dice “basta”

Germania: Thomas Müller dice “basta”
Germania: Thomas Müller dice “basta”

L’ex nazionale tedesco Thomas Müller si dimetterà dalla permanenza in nazionale, secondo i media tedeschi. Dopo aver giocato la sua 131esima partita con la Mannschaft contro la Spagna, in cui era titolare come sostituto, l’attaccante del Bayern ha scelto di non continuare in nazionale, essendosi avanzato dopo l’eliminazione della Germania per mano della squadra. . allenato da Luis de la Fuente: “Realisticamente, è possibile che questa sia stata la mia ultima partita in nazionale”, ha ammesso alla fine della partita.

Müller, che secondo gli stessi media vorrebbe restare nel club bavarese, con il quale ha ancora un anno di contratto, lascia la Nazionale come terzo giocatore con più presenze nella storia della ‘Nationalelf’ e il sesto capocannoniere, con 45 gol. Il giocatore tedesco ha esordito con la nazionale tedesca nel marzo 2010, in un’amichevole contro l’Argentina, e in quattordici anni di carriera internazionale ha disputato quattro Mondiali e quattro Europei.

Il suo debutto in un torneo importante è avvenuto ai Mondiali del 2010 in Sud Africa, in cui è stato capocannoniere; mentre il suo momento culminante arriverà con il Mondiale vinto dalla Germania in Brasile 2014 contro l’Argentina.

Dopo essere stato separato dalla “Mannschaft” dall’allenatore Joachim Löw dopo i Mondiali del 2018 in Russia, Müller è tornato in nazionale per gli Europei del 2021, da cui saluta dopo la competizione del 2024, in cui il suo paese ha ospitato.

Proprio in contrasto con i suoi successi nel massimo torneo internazionale a squadre, Müller ha ritrovato la sua maledetta competizione nella Coppa dei Campioni. In quattro presenze, compresa l’ultima, non è riuscito a vincere il titolo né a segnare un gol. Gli ultimi minuti giocati contro la Spagna rimangono gli ultimi della sua grande carriera nella nazionale tedesca.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Montalvo assicura che “In Spagna servono più opportunità per i giovani e meno business attorno al presidente”.
NEXT Eni sigla un accordo esclusivo con il fondo KKR per la cessione del 20-25% di Enlive