Si svolge a Torino il XIII incontro internazionale delle Equipes Notre-Dame

Si svolge a Torino il XIII incontro internazionale delle Equipes Notre-Dame
Si svolge a Torino il XIII incontro internazionale delle Equipes Notre-Dame

Dal 15 al 20 luglio il movimento di spiritualità coniugale laicale si riunirà nel capoluogo piemontese per una settimana di incontri sul tema “Andiamo con il cuore ardente”. Saranno presenti più di 7mila partecipanti provenienti da 86 paesi del mondo. “Un percorso di fede, per comprendere il nostro ruolo nella Chiesa e nel mondo oggi”, spiegano i responsabili Clarita e Edgardo Bernal.

Notizie dal Vaticano

“Andiamo con il cuore ardente”, si ispira all’episodio evangelico dei discepoli di Emmaus, tema del XIII incontro internazionale dei Squadre di Notre Damemovimento laicale di spiritualità coniugale nato in Francia nel 1938. L’evento si svolgerà a Torino, in Italia, dal 15 al 20 luglio 2024 e vedrà la partecipazione di 7.600 persone “equipaggiatori” da 86 paesi del mondo. Una settimana, si legge nel comunicato di presentazione, “di giornate intense con celebrazioni eucaristiche quotidiane, momenti di meditazione, convegni, plenarie e spettacoli”. Il Brasile sarà il paese più rappresentato, seguito da Francia, Spagna, Italia e Colombia, ma saranno rappresentati luoghi come Nuova Zelanda, Australia, Botswana, Repubblica Dominicana e Guinea.

Un cammino di fede e una “road map” per il movimento

“Il movimento conta circa 160mila aderenti ed è presente in più di 90 Paesi dei cinque continenti. Ogni sei anni si tiene da qualche parte nel mondo un incontro internazionale, come quello che si terrà qui a Torino – spiegano Clarita e Edgardo Bernal, responsabili internazionali del Movimento -, a cui partecipano circa 8mila membri del movimento, coppie e sacerdoti si incontreranno per celebrare questo cammino di fede, per comprendere il nostro ruolo nella Chiesa e nel mondo oggi e per stabilire le linee guida di vita che costituiranno la tabella di marcia che guiderà il movimento nei prossimi sei anni.

I relatori dell’incontro

Tra i relatori dell’incontro, che si svolgerà principalmente in Arena Inalpi dal capoluogo piemontese sono presenti il ​​cardinale José Tolentino de Mendonça, prefetto del Dicastero per la Cultura e l’Educazione della Santa Sede, Gabriella Gambino, sottosegretario del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, suor Nathalie Becquart, sottosegretario del Sinodo di Vescovi, la professoressa Marina Marcolini, autrice del programma A sua immagineMaría Clara Lucchetti Bingemer, leader brasiliana del Movimento Laicale delle Comunità di Vita Cristiana, i coniugi spagnoli Masu e Xosè Manuel Domínguez de la Fuente ed Elisabeth Saléon-Terras, collaboratrice per più di vent’anni di Padre Henri Caffaril, fondatore del Squadre di Notre Dame.

Repole: una testimonianza della dimensione spirituale nella vita delle coppie

La scelta di Torino, “città ricca di storia, cultura, tradizione religiosa e sociale secolare”, con la sua Chiesa locale “viva e ricca di spiritualità, custode della Sacra Sindone”, consentirà inoltre ai partecipanti di percorrere itinerari spirituali nei più rappresentanti della città e di Don Bosco, come Chieri e Castelnuovo, “per conoscere esperienze religiose e tradizioni ricche di santità nate e presenti ancora oggi nella città e nel territorio piemontese”. “IL Squadre di Notre Dame «Sono una realtà molto radicata e diffusa nella Chiesa piemontese, che vede coinvolte centinaia di coppie in questo movimento» spiega l’arcivescovo di Torino, monsignor Roberto Repole. “Come altre associazioni e movimenti ecclesiali familiari, credo che le Equipes – sottolinea – offrano oggi una testimonianza molto importante per la comunità cristiana e per la società civile: testimoniano la centralità della dimensione spirituale nella vita delle coppie. , cioè il bisogno fondamentale degli uomini e delle donne, di non solo guardarsi negli occhi, ma di guardare in alto, verso l’origine della vita e dell’amore.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Barcellona ospiterà “il più grande hackathon dell’universo”. La competizione globale della NASA per salvare il pianeta
NEXT Lo spazio aereo di Bogotá sarà chiuso oggi e sabato, presta attenzione e controlla il tuo volo