I futures del petrolio Brent si attestano intorno a 84,5 dollari al barile, sostenuti dalle previsioni dell’EIA

I futures del petrolio Brent si attestano intorno a 84,5 dollari al barile, sostenuti dalle previsioni dell’EIA
I futures del petrolio Brent si attestano intorno a 84,5 dollari al barile, sostenuti dalle previsioni dell’EIA

Mercoledì i futures del petrolio Brent erano intorno a 84,5 dollari al barile, in seguito alle previsioni della Energy Information Administration (EIA) statunitense secondo cui la domanda globale di petrolio supererà l’offerta il prossimo anno. Questa previsione è dovuta all’estensione dei tagli alla produzione dell’OPEC+.

L’EIA prevede che la domanda globale di petrolio raggiungerà i 104,7 milioni di barili al giorno (bpd) nel 2025, leggermente superiore all’offerta prevista di 104,6 milioni di bpd, creando un deficit. Ciò segna un cambiamento rispetto alle stime precedenti. Per la seconda metà del 2024 si prevede un deficit di 750.000 barili al giorno, superiore al deficit di 550.000 barili al giorno precedentemente previsto.

Inflazione in Cina e negoziati per il cessate il fuoco a Gaza

Allo stesso tempo, il tasso di inflazione annuale della Cina ha sorpreso scendendo allo 0,2% a giugno dallo 0,3% registrato in precedenza. Questo calo inaspettato aggiunge un nuovo elemento alle preoccupazioni economiche globali.

Altrove, è prevista la ripresa dei colloqui per il cessate il fuoco a Gaza, anche se continuano gli attacchi aerei israeliani, mantenendo la situazione in un clima di tesa incertezza.

Inventari di petrolio greggio degli Stati Uniti

Inoltre, la scorsa settimana le scorte di petrolio greggio statunitense sono diminuite di 1,923 milioni di barili, superando le aspettative di un calo di 0,25 milioni di barili, secondo i dati API. Questa riduzione delle scorte potrebbe influenzare i prezzi del petrolio nel breve termine, aggiungendo pressione al mercato energetico.

Queste dinamiche sottolineano le complessità del mercato petrolifero globale e le molteplici variabili che influenzano i prezzi e l’offerta di energia.

PETROLIO (M30)

Il prezzo del petrolio si trova attualmente in una zona di ritiro, dove sarà fondamentale l’osservazione della fascia 84.19 – 84.69, poiché la conferma della rottura di queste gamme potrebbe portare il grafico ad ondeggiare verso 86.06 confermando una fascia laterale a breve termine o una caduta più forte verso 81,15.

Fonte: xStation 5

“Questo rapporto viene fornito solo a scopo informativo generale e didattico. Qualsiasi opinione, analisi, prezzo o altro contenuto non costituisce un consiglio o una raccomandazione di investimento ai sensi della legge del Belize. Le performance passate non sono necessariamente indicative dei risultati futuri, e qualsiasi persona che agisce su questo information lo fa a proprio rischio e pericolo. Information. I contratti per differenze (“CFD”) sono prodotti con leva finanziaria e comportano un elevato livello di rischio.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Secondo l’indice PMI, a luglio l’attività economica dell’Eurozona è stata prossima alla stagnazione
NEXT Formazione gratuita su cerimoniale e protocollo per il personale docente