Queste 5 regioni del Perù sono in allerta rossa a causa di un calo estremo della temperatura, secondo Senamhi

Queste 5 regioni del Perù sono in allerta rossa a causa di un calo estremo della temperatura, secondo Senamhi
Queste 5 regioni del Perù sono in allerta rossa a causa di un calo estremo della temperatura, secondo Senamhi

Il Servizio nazionale di meteorologia e idrologia del Perù ha condiviso le sue più recenti allerte meteorologiche. (Senamhi)

Il Servizio Nazionale di Meteorologia e Idrologia del Perù (Senamhi) ha riferito che cinque regioni del Paese saranno in livello di pericolo rosso nelle prossime ore per a calo di temperatura diurno, che si traduce in una maggiore sensazione di freddo per la popolazione.

Nel suo allerta meteo n. 159, l’Ente ha informato i cittadini che fino al Mercoledì 10 luglio Questo evento verrà registrato e raggiungerà un’intensità ‘estrema’.

“Lui Senamhi informa che, di marzo 9 “A partire da mercoledì 10 luglio, ci sarà una diminuzione delle temperature diurne, da un’intensità moderata a estrema nella giungla centrale e meridionale”, ha indicato nell’avviso.

La sensazione di freddo sta aumentando in diverse località del Paese. (Andino)

Secondo il Previsioni del tempodi notte anche i cittadini di queste cinque città si sentiranno un po’ di più Freddoa causa del verificarsi di piogge leggere e nebbie.

“Nel frattempo, il temperatura notturna Presenterà un leggero calo di intensità, soprattutto nella giungla meridionale. Inoltre, sono attesi raffiche di vento con velocità prossime ai 35 km/h, piogge leggere e copertura nuvolosa associata a settimo raffreddore dell’anno”, ha dettagliato l’entità meteorologica.

Inoltre, il Senamhi Ha detto che le temperature massime dovrebbero oscillare tra 19 e 27 gradi Celsius.

Anticiclone del Pacifico meridionale (Foto: Senamhi)

“Martedì 9 luglio sono previste temperature massime comprese tra 22°C e 27°C nella giungla centrale e valori compresi tra 19°C e 25°C nella giungla meridionale”, ha spiegato.

Secondo l’allerta meteo, che è un’estensione della n. 157, i dipartimenti con possibili conseguenze sono: Cuzco, Junin, Madre di Dio, Molti e Ucayali.

Da notare che il livello di pericolo rosso si riferisce alla previsione di Senamhi di Fenomeni meteorologici di grande entità, per cui i cittadini delle località colpite sono invitati a essere “estremamente cauti”.

Parchi, piazze centrali e strade sono bagnati a causa della presenza di piogge prolungate di media intensità registrate.

“Siate consapevoli in ogni momento dell’evoluzione della situazione e rispettate le suggerimenti e le istruzioni impartite dalle autorità”, ha esortato l’istituzione.

Attraverso un comunicato stampa, Senamhi ha precisato che “la giungla peruviana registrerà la diminuzione del temperature giorno e notte a causa dell’ottavo freddo dell’anno”.

“Questa massa d’aria fredda entrerà nel nostro territorio nelle prime ore di venerdì 12 e durerà fino a martedì 16 luglio”, ha avvertito.

Senamhi prevede temperature inferiori a 10 gradi Celsius a causa del freddo nella giungla peruviana.

Secondo gli esperti dell’entità, il temperature notturne (minime) prossime ai 10 °C nella giungla meridionale, prossime ai 14 °C in quella centrale e valori prossimi ai 17 °C in quella settentrionale.

“Per quanto riguarda le temperature (massime) diurne si raggiungeranno valori prossimi ai 19°C e ai 23°C per la giungla meridionale, prossimi ai 20°C per quella giungla centrale e valori prossimi ai 25 °C nel giungla settentrionale“, ha affermato l’istituzione.

Nell’allarme meteorologico n. 157, Senamhi prevede che da martedì 9 luglio a mercoledì 10 luglio ci sarà un calo da moderato a forte delle temperature diurne, mentre il temperatura notturna presenterà un leggero calo di intensità, soprattutto nel giungla centrale e sud.

“Le temperature massime dovrebbero oscillare tra 20°C e 26°C. . Inoltre sono previste raffiche di vento con velocità prossime ai 35 km/h, piove leggero e coperto dalle nuvole Associato a settimo raffreddore dell’anno”, ha affermato.

In diverse città della giungla si sono registrate temperature notturne basse, dovute al sesto freddo annunciato da Senamhi. (Andino)

Nel frattempo, il martedì 9 luglio Le temperature massime sono previste tra 20°C e 26°C nella giungla meridionale.

I dipartimenti con possibile impatto sono Cuzco, Madre di Dio e Molti. L’avviso ha validità 47 ore. Si prevede che inizierà martedì 9 luglio alle 00:00 e terminerà mercoledì 10 alle 23:59. Questo avviso aveva un livello di pericolo arancione, ma con il nuovo è passato al rosso, il che significa che bisogna fare più attenzione.

In una pubblicazione sul suo account sulla piattaforma gradi Celsiusche incide sulla salute della popolazione e provoca la morte del bestiame.

“Genate meteorologiche sono state registrate a Mazo Cruz, Puno (-13,6 °C), Patahuasi, Arequipa (-12 °C), Vilacota, Tacna (-9,8 °C) e Laive, Junín (-5,3 °C)”, ha spiegato. notato.

D’altro canto, l’ente ha riferito che “Iquitos Al mattino c’era nebbia e umidità. Le condizioni si verificano quando l’aria fredda passa sulla superficie del fiume (acqua più calda), provocando l’evaporazione del vapore acqueo e quindi la condensazione, soprattutto durante le prime ore del mattino”.

“Queste condizioni sono dovute quando il Aria fredda passa sopra la superficie del fiume (acqua più calda), causando il vapore acqueo evaporano e poi si condensano, soprattutto nelle prime ore del mattino”, ha aggiunto.

Inoltre, lo ha riferito Madre di Dio L’alba è nuvolosa a causa del settimo freddo dell’anno. “Le stazioni segnalano 17 °C (Porto Maldonado e Malinowski) e 21°C (salvezza e Quincemil) alle 09:00”, ha precisato.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV La Procura generale indaga su presunte molestie sul posto di lavoro nell’Esercito a causa del suicidio del caporale Samario
NEXT Sofía Vergara ha imparato a fumare e ad assumere cocaina per interpretare la serie Griselda