Furti e abusi sessuali: i precedenti del detenuto per l’omicidio di una donna aggredita con 97 coltellate

10 lug. 2024 – 11:53 ore.

Quello che è successo?

Shock ha generato nella regione di Coquimbo la morte di Camila Rojas Ayala, una giovane madre di 29 anni presumibilmente uccisa dal suo vicino, accusato di aver pugnalato 97 volte la donna, che cercava di difendere la sua bambina di 5 anni. vecchia figlia.

L’incidente è avvenuto nelle prime ore del 3 luglio. Secondo le informazioni finora disponibili, Francisco Novoal’imputato del delitto è entrato nell’abitazione della vittima mentre era ubriaco per aggredire la figlia, che è riuscita a sopravvivere grazie all’azione di Rojas.

L’ULTIMO

Nell’atto in cui la madre ha difeso la figlia, è stato quando ha ricevuto la brutale aggressione. Una settimana dopo l’accaduto si sono avute nuove informazioni, in particolare da Novoa.

Secondo il media locale El Día, gli imputati avevano già avuto una serie di incontri con il sistema giudiziario per crimini di tipo furto in un grande magazzino a La Calera per abuso sessuale contro una donna a La Ligua.

Crediti: Social network

Il reato di abuso sessuale

Secondo i suddetti media, era il 14 settembre 2020 quando Novoa si avvicinò, in mezzo a una strada pubblica, alla persona che sarebbe diventata la sua vittima a La Ligua.

Vai alla nota successiva

“Verso le 3:00 di quel giorno, la vittima stava tornando a casa lungo una scala pedonale vicino a casa sua quando è stata improvvisamente intercettata da Novoa Ibaceta, che l’ha afferrata per le braccia e l’ha spinta verso la barriera della scala, coprendole la bocca e toccandola il suo corpo sopra i suoi vestiti”, si legge nell’atto d’accusa del Pubblico Ministero.

Dopo l’aggressione la vittima è rimasta lievemente ferita e ha presentato la relativa denuncia. A Novoa, in quell’occasione, sono state lasciate le misure precauzionali che gli vietavano di avvicinarsi alla vittima.

A causa di questi precedenti penali, la famiglia della vittima chiede che all’accusato venga comminata la pena massima. Va precisato che non sono ancora noti i motivi per cui l’uomo ha aggredito Rojas. Ed è stato lui stesso a costituirsi ai Carabineros.

Nella sua confessione si è accertato che aveva agito sotto l’effetto di alcol e droghe.

Rimostranza

Se sei vittima o testimone di violenza contro le donne, il numero guida fornito dal Servizio nazionale per le donne e l’uguaglianza di genere (SernamEG) è 1455.

È anche possibile comporre il numero telefono fisso come cellulare e da lì forniscono indicazioni per aiutare le vittime di abusi o guidarti con i meccanismi per effettuare una denuncia.

Questo articolo riporta a procedimento giudiziario in corsoquindi le persone coinvolte non dovrebbero essere considerate colpevoli finché le organizzazioni competenti non lo stabiliranno.

 
For Latest Updates Follow us on Google News
 

-

PREV Ambrossi estese il dominio del Comune di Godoy Cruz
NEXT Nuovo adattamento animato per Hell Teacher: Jigoku Sensei Nube